Il trionfo degli italiani nella World's 50 Best

Camanini, Alajmo, Uliassi, Crippa, Romito e Niederkofler: conferme e new entry italiane nella classifica dei migliori ristoranti del mondo.
Il 18 luglio si è tenuta nello storico Old Billingsgate di Londra, condotta dall'attore Stanley Tucci, la cerimonia che annuncia la classifica di The World's 50 Best Restaurants 2022, votata da più di 1.000 esperti internazionali nel settore dell’alta ristorazione e della gastronomia che compongono la The World's 50 Best Restaurants Academy. 

Al primo posto il Geranium di Copenaghen - guidato dallo chef Rasmus Kofoed e dal sommelier Søren Ledet - è stato giudicato miglior ristorante della classifica World's 50 Best Restaurants 2022, arrivata alla sua ventesima edizione. Sul podio accanto al Geranium il ristorante Central di Lima, al secondo posto, e il Disfutar di Barcellona al terzo.

Cresce la presenza italiana nella top 50, passata da quattro a sei ristoranti, di cui cinque nella top 20. Un risultato di grande prestigio che vede coinvolti: Lido 84 di Gardone Riviera dello chef Riccardo Camanini, che dalla numero 15 sale fino alla 8; seguito da Le Calandre di Rubano condotto dallo chef Massimiliano Alajmo, in crescita dalla 26 alla 10; Uliassi di Senigallia dello chef Mauro Uliassi, dalla 52 alla 12; Reale di Castel di Sangro dello chef Niko Romito che chiude la top 15, l'anno scorso era alla 29; stabile invece Piazza Duomo di Alba dello chef Enrico Crippa alla 19; mentre fa il suo esordio nella top 50 il sesto e ultimo ristorante italiano, St. Hubertus di San Cassiano dello chef Norbert Niederkofler che arriva alla posizione 29 dalla 54.

Qui la lista completa di tutti i ristoranti in classifica. 

In questa notizia

© Copyright 2022. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy