Chef

L’Orto Marittimo di Moreno Cedroni

Lo chef anconetano con il supporto del Comune di Senigallia creerà un orto sul mare. Un progetto che vede la valorizzazione del paesaggio come volàno per lo sviluppo del territorio e della comunità.
Moreno Cedroni nonostante le incertezze di questo ultimo anno ha continuato a credere nei suoi progetti, tra questi, l’Orto Marittimo: una lingua di spiaggia, proprio davanti al suo ristorante La Madonnina del Pescatore dove “c’erano dune e canneti, un habitat che vorrei ricreare, per avere un orto a supporto del ristorante”.
L’obiettivo è quello di dare valore e dignità al paesaggio, incoraggiare lo sviluppo turistico e, ovviamente, contribuire alla sua cucina e alla memoria storica riesumando profumi e sapori di erbe ormai dimenticate. L’orto è omaggio alla nonna “che raccoglieva in quel lembo di terra adiacente al mare i grugni, le acetoselle, la malva”, ma è anche un dono alla comunità. Ci saranno panchine, griglie per le biciclette, un sistema di illuminazione (progettato con
Davide Groppi) per renderlo fruibile anche la sera e un impianto acustico che magnificherà i suoni della natura. Le piante saranno le padrone del panorama: timo limone, borraggine, erba ostrica e cipollina, grugni, tarassaco, senape, citronella, melissa, santoreggia, ortica, acetosella, gerani e anche le più classiche, immancabili in cucina.

Gli architetti
Marco Maria e Fabio Maria Ceccarelli, con il Comune di Senigallia (che si fa carico delle spese per acqua e illuminazione) si schierano al fianco dello chef e sposano il progetto.
“Il progetto è stato condiviso dall’Amministrazione comunale – spiega Cedroni al Resto del Carlino – e combina in modo virtuoso l’interesse della comunità a qualificare lo spazio pubblico con quello privato, che in questo modo migliora la qualità del luogo dell’accoglienza. Inoltre, attraverso questa qualificazione paesaggistica inserita in modo armonico nel contesto marittimo, si realizzerà un punto d’interesse pubblico”.

La Madonnina del Pescatore a Marzocca riaprirà le porte quando sarà possibile ripartire con il servizio a cena “perché lavorare a pranzo per un ristorante come il nostro è anti economico”, ma il tempo è oro e nel frattempo lo chef si concentra sul nuovo menu. 

In questa notizia

© Copyright 2021. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy