Ristoranti

La grande ristorazione italiana apre il sipario

L'Italia per più di due mesi ha dovuto vivere la propria tradizione gastronomica fra le mura di casa... Adesso possiamo finalmente sederci godendo tanto del fine dining quanto delle nuove "sale".
Per quanti di noi di non vedevano l'ora di poter tornare al proprio ristorante preferito, la riapertura degli esercizi ristorativi di quasi tutto il paese è finalmente arrivata. Da poco infatti, è concesso rialzare le serrande per accogliere i propri clienti in loco, non senza precauzioni. La situazione non è certo semplice, ma molti ristoratori stanno reagendo piuttosto bene, senza farsi trovare impreparati, a poco a poco stanno riaprendo la maggior parte delle realtà, ognuna in maniera differente.

Enrico Bartolini ad esempio, inizierà a riaprire i suoi locali a partire dal primo giugno: Casual, il suo ristorante da una stella a Bergamo alta farà da aprifila, seguiranno poi il tristellato EB al Mudec il 2 di giugno, e La Trattoria Andana e Glam, rispettivamente il 12 e il 15 giugno. In coda, il primo agosto, aprirà la Locanda del Sant'uffizio di Penango.

Dal 28 maggio invece, Antonio Guida è ritornato al ristorante Seta all’interno del Mandarin Hotel di Milano, che nonostante la chiusura dell’hotel ha riaperto le ampie aree esterne per trascorrere un'esperienza gourmet in un’oasi di relax nel cuore della città.

Alessandro Negrini e Fabio Pisani sono pronti ad accoglierci all’interno del mondo di Aimo e Nadia Moroni: da mercoledì 3 giugno ha riaperto VOCE Aimo e Nadia con un nuovo menu ispirato al ‘900, seguito a ruota il 4 giugno da Aimo e Nadia Bistro. Terminerà il ciclo delle riaperture Il Luogo di Aimo e Nadia a partire da giovedì 9 giugno.

E da fine maggio, la famiglia Alajmo è pronta per ospitarci nelle sale padovane de Il Calandrino, abc montecchia e la Montecchia, e in quelle più regali di Venezia, al Gran Caffè Quadri & Quadrino, una carrellata che fa da apripista a Le Calandre, che invece torna a darci il benvenuto dal 4 giugno.

Altri grandi imprenditori della ristorazione, i fratelli Cerea del ristorante Da Vittorio di Brusaporto, dopo la riapertura del loro locale maestro il 21 maggio - che accoglierà gli ospiti nel verde del dehors affacciato sul parco della Dimora, oltre che nelle sale interne - daranno vita a DaV Cantalupa, un progetto di riscoperta di culture legate al cibo di tradizione, al territorio, alle migliori materie prime bergamasche e nazionali. Di durata trimestrale, da giugno a settembre, verranno proposti menu a base di pizza e BBQ. Per adattarsi al momento, la cena sarà servita su due turni, mentre il menù sarà consultabile digitalmente.
Rimarrà attivo il servizio di delivery creato nei mesi scorsi, al quale si aggiungerà il servizio asporto della Pasticceria Cavour iniziato il 9 maggio, la pastry boutique di proprietà della famiglia Cerea.

Anche la famiglia Ceretto, dopo una scrupolosa riorganizzazione dei propri spazi per rispettare le attuali norme di sicurezza, il 26 maggio ha annunciato la riapertura al pubblico dell’attività di ristorazione della Piola e dal 3 giugno anche di Piazza Duomo ad Alba, rivolgendosi a quanti sono desiderosi di riappropriarsi e godere delle vie, delle piazze e dei locali in tutta tranquillità, ritrovando nei sapori del vino e degli inconfondibili piatti, i valori della famiglia: rispetto del territorio, calore e qualità.


Dunque, la ristorazione italiana inizia finalmente a riappropriarsi del potere che la “Corona” le aveva rubato per mesi. L’Italia riparte, riaprono i ristoranti ma anche gli uffici, e Wicky's Innovative Japanese Cuisine non perde l’occasione per far scoprire ai milanesi l’Ekiben giapponese: lo chef Wicky Priyan ricrea una variante raffinata del lunch box offerto dalle stazioni di servizio in Oriente per offrire un menu veloce ma ricercato, da degustare in ufficio o immersi nel verde del parco. Perché è proprio nella natura che ci è mancato di più stare in questo periodo, ed è lì che le stelle di Michelangelo Mammoliti tornano a brillare, nella sala a cielo aperto del giardino de La Madernassa (CN): un luogo magico dove è bandita ogni forma di plexiglas per ricreare un contatto con la natura profondo e diretto, trasmesso anche dai tre menu degustazione, Emozione, Metamorfosi e M@D100%NATURA. Ed è ancora all’aperto che ritorniamo alle origini con il ristoratore Massimo Minutelli: con la sua Griglia di Varrone ricreata nel nuovo gazebo di Pietrasanta (LU), costruito sul modello dell’omonimo ristorante meneghino, dove ai clienti della Versilia è servita la stessa qualità delle carni provenienti dai migliori allevamenti selezionati da Minutelli. E se si parla di eccellenza carnivora, non ci si può esimere dal citare la Trattoria Trippa (MI) di Diego Rossi e Pietro Caroli, che dall’11 giugno riapre la sua consistente lista d’attesa per prenotare uno dei suoi ambitissimi tavoli e restituirci quei sapori memorabili. E finiamo a Matera con Vitantonio Lombardo e la sua VL Card, una carta che va incontro al cliente con un’agevolazione particolare, per tornare a riassaggiare con ancora più piacere, quei sapori che dopo cento giorni a casa ci spettano di diritto.

Di seguito la lista, in continuo aggiornamento, dei locali che apriranno, con le relative date:

Enrico Bartolini, Enrico Bartolini al Mudec, 2 giugno
  
Marco Galtarossa, Casual, 1 giugno

Marco Ortolani, La trattoria, 12 giugno

Donato Ascani, Glam, 15 giugno

Gabriele Boffa, Locanda del Sant'Uffizio, 1 agosto

Fratelli Cerea, Da Vittorio, 21 maggio e Dav Cantalupa, 1 giugno

Dennis Panzeri, Piola, 26 maggio

Enrico Crippa, Piazza Duomo, 3 giugno

Andrea Berton, Ristorante Berton, 27 maggio

Andrea Berton, Berton al Lago, 25 giugno

Marco Sacco, Piccolo Lago e Piano 35, 1 giugno

Gian Piero Vivalda, Antica Corona Reale, 23 maggio

Famiglia Serva, La Trota, 23 maggio

Alessandro Negrini e Fabio Pisani, Il Luogo di Aimo e Nadia, 9 giugno

Piergiorgio Siviero e Diletta Zenna, Lazzaro 1915, dal 2 giugno e solo nei weekend

Stefano Cerveni, Terrazza Triennale, 21 maggio

Lin Ruizhong, Dim Sum, 28 maggio

Gennaro Esposito, Torre del Saracino, 29 maggio 

Chef Zhang, Bon Wei, 1 giugno

Chiara Pavan, Venissa, 1 giugno 

Andrea Provenzani, Il Liberty Milano

Antonio Guida, Seta, 28 maggio 
  
Giuseppe Iannotti, Krèsios, 3 giugno

Denis Pedron, Langosteria, 8 giugno 

Franco Pepe, Pepe in grani, 2 giugno 

Mauricio Zillo, Il Gagini, 18 maggio

Marco Ambrosino, 28 Posti, 2 giugno 

Alessandro Proietti Refrigeri, Villa Naj, 2 giugno

Claudio Sadler, Sadler, 2 giugno

Matteo Baronetto, Del Cambio, 26 maggio

Cristian Spagnoli, Mi View Restaurant, 5 giugno

Marco Visciola, Il Marin, 3 giugno

Alberto Basso, Tre quarti, 22 maggio

Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice, RetroBottega, 28 maggio

Famiglia Alajmo, Le Calandre, 4 giugno

Vitantonio Lombardo, Vitantonio Lombardo Ristorante, 1 giugno

Alessandro Breda, Gellius, 5 giugno

Lorenzo Cogo, El Coq, 18 giugno

Tymur Isayev e Lorenzo Sirabella, Dry Milano, 12 giugno

Mauro Uliassi, Uliassi, 13 giugno

Massimo Bottura, Osteria Francescana, 2 giugno

Norbert Niederkofler, St. Hubertus, 1 giugno

Riccardo Monco e Alessandro Della Tommasina, Enoteca Pinchiorri, 11 giugno

Diego Rossi, Trattoria Trippa, 11 giugno

Michelangelo Mammoliti, La Madernassa, 2 giugno

Wicky Priyan, Wicky's Innovative Japanese Cuisine, 12 giugno

Massimo Minutelli Patron, Griglia di Varrone, 3 giugno (MI) e 12 giugno (LU)

Terry Giacomello, Inkiostro, 1 giugno

Anthony Genovese, Il Pagliaccio, 28 maggio

Gianfranco Pascucci, Pascucci al Porticciolo, 1 giugno

Angelo Troiani, Il Convivio Troiani, 25 maggio

Stefano Cerveni, Due Colombe, 22 maggio

Davide Caranchini, Materia, 2 giugno

Viviana Varese, VIVA, 4 maggio

Errico Recanati, Andreina, 4 giugno

Federico Zanasi, Condividere, 5 giugno

Marcello Trentini, Ristorante Magorabin, 5 giugno

Alessandro Mecca, Spazio 7, 3 giugno

Angelo Sabatelli, Ristorante Angelo Sabatelli, 19 maggio

Giuliano Baldessari, Aqua Crua, 27 maggio

Matias Perdomo, Contraste, 1 giugno

Stefano Di Gennaro, Quintessenza, 22 maggio

Riccardo Camanini, Ristorante Lido 84, 1 giugno

Renato Bosco, Renato Bosco, 9 giugno

Salvatore Bianco, Il Comandante, 29 maggio

Agostino Iacobucci, Ristorante Iacobucci, 1 giugno

Andrea Canton, La primula, 19 maggio

Ivano Ricchebono, The Cook al Cavo, 22 maggio

Pietro Leemann, Joia - Alta Cucina Vegetariana, 28 maggio

Pietro Penna, Casamatta, 4 giugno

Heinrich Schneider, Terra - The Magic Place, 16 giugno 

In Copertina: Contraste, Mattias Perdomo

Gallery

In questa notizia

© Copyright 2020. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy