Enrico Bartolini e il relais sui colli di Bergamo

Lo chef dalle 12 stelle Michelin lascerà il Casual a Beppe Acquaroli e si trasferirà nella dimora cinquecentesca a San Vigilio.
Una residenza principesca, Villa Sasetta o Villa Viviani Rumi, dal nome degli storici proprietari, che Enrico Bartolini trasformerà in un relais in chiave luxury. Una struttura che nel panorama ricettivo della città di Bergamo manca e che, unendo alla cucina stellata di Bartolini il prestigio immobiliare, ne farà certamente qualcosa di unico. 

Enrico Bartolini lascerà quindi il Casual a Beppe Acquaroli, con un trasloco che aprirà un nuovo capitolo gastronomico nella storia di questo secolare immobile che vede dei punti fermi nella ristorazione di Bartolini affidata allo chef Marco Galtarossa insieme ad Andrea Zamblera come direttore di sala.

La nuova identità di Villa Sasetta rappresenterà per la città un elemento di attrazione anche in chiave turistica e ricettiva. Ne è convinto Cristophe Sanchez, Ad di Visit Bergamo: «È una bella risposta alla morfologia del territorio dove, dal punto di vista alberghiero, manca una struttura a 5 stelle, che per resistere sul mercato necessita di dimensioni molto grandi. Almeno di una sessantina di camere. Un hotel a 5 stelle deve garantire servizi di altissimo livello 24 ore al giorno, come la cucina, che deve essere sempre in funzione e i cui costi di gestione possono essere sostenuti solo da una struttura con una dimensione di un certo tipo. Il lusso a 5 stelle si fonda sulla presenza dei grandi marchi della moda o su un tipo di offerta come quella del Lago di Garda».

In questa notizia

© Copyright 2023. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy