Da Vittorio a Shanghai e la seconda stella

Il primo ristorante oltreoceano della multistellata famiglia Cerea conquista la Rossa asiatica.
Una corazzata da 30 persone in cucina, 25 in sala, di cui 5 “rubati" da Brusaporto, per servire 70 commensali a pieno regime. Sono questi i numeri della sede asiatica del ristorante Da Vittorio situato di fronte alle 3 mega-torri di Pudong. In cucina dirige Stefano Bacchelli - classe '87, prima executive chef del locale in Engadina - in sala, Enrico Guarnieri, anche lui trentenne bergamasco premiato come Miglior Emergente di Sala nel 2018 e infine Anna Rota come reception manager. Un risultato inaspettato ma ricco di felicità, soprattutto dopo aver affrontato la lunga quarantena e le restrizioni legate al Covid-19. Come affermato dalla Famiglia Cerea: “Se l’anno scorso la prima stella, a soli tre mesi dall’apertura, ci aveva felicemente sconvolto, oggi questo secondo riconoscimento ci rende ancora più felici. Soprattutto a margine di un anno così complicato come quello che abbiamo vissuto. Un applauso va a Stefano e a tutti i ragazzi della brigata, perché il loro lavoro nel trasmettere la filosofia di Da Vittorio anche al di fuori dei confini europei è stato eccezionale. L’annuncio è stato emozionante per tutti noi”. Gli ingredienti per l'ennesima vittoria? La cucina anche a Shanghai è mediterranea, fortissima sul pesce, rispetta ed esalta la migliore materia prima disponibile, con una tecnica solidissima e la perfetta gestione dei ritmi e dei flussi tra cucina e sala.

In questa notizia

© Copyright 2020. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy