Il ristorante Schoneck nel cuore delle Dolomiti

In provincia di Bolzano, a 1.022 metri d’altezza sopra l'imbocco della Val di Tures, Falzes è un piccolo comune di 2.600 abitanti quasi tutti di madrelingua tedesca, fra Brunico e Chienes. E proprio qui, in località Molini di Falzes vicino ad un castello, troviamo il ristorante Schöneck

La storia del ristorante si intreccia con quella della famiglia Baumgartner che l’ha aperto nel 1986, ampliato e ristrutturato nel 2001. Bassa e proporzionata la veranda in legno stile fine secolo identifica la casa di due piani con gli infissi in legno, gli immancabili grappoli di gerani in fiore alle finestre e la facciata quasi completamente rivestita con la scritta a caratteri cubitali “ristorante Schöneck”.

Fondato e gestito dai fratelli Karl e Siegfried Baumgartner ai quali si è in seguito aggiunta Mary - la moglie di Karl - il locale è considerato un riferimento per la "gourmandise" sudtirolese ed internazionale.   


«Abbiamo festeggiato l’anno scorso 25 anni di conduzione familiare, spesi custodendo con impegno e passione quelli che consideriamo i nostri tesori - spiega Karl, lo chef patron - la cucina, la cantina e il piacere dell’accoglienza. Non riusciamo neanche a credere come sia volato il tempo, da quando abbiamo aperto per la prima volta le porte della nostra casa di Molini!

Ci siamo subito posti obiettivi molto ambiziosi, perché avendo alle spalle un’esperienza importante come quella del “Pichler” - il nostro primo ristorante a Rio di Pusteria - ci sentivamo in dovere di mantenerne la fama e anzi impegnarci ancora di più per offrire ai nostri ospiti momenti indimenticabili di puro piacere culinario, in un ambiente famigliare, accogliente e di buon gusto.

La strada intrapresa si è rivelata giusta e il consenso dimostratoci dai nostri ospiti e le numerose belle esperienze vissute insieme, ci hanno dato e ci danno lo slancio per continuare a dedicarci anima e corpo ad una scelta che abbiamo operato  senza una specifica preparazione, affidandoci solo al nostro intuito e alla nostra passione».

Il cuore della casa sono le tre stube, ciascuna con la sua tipica stufa di maiolica che d’inverno riscalda l’ambiente e il cuore degli ospiti. Tutto intorno una profusione di legno, dai pavimenti alle boiserie, dai mobili ai soffitti.

Lo stile è tipicamente tirolese, con gli inserti di pizzo sulle tendine a vetro, le lampade col saliscendi sui tavoli, le tovaglie bordate di passamaneria e l’immancabile orologio a pendolo alto fino al soffitto, che scandisce le ore di un tempo che pare essersi fermato.

Raffinato e al tempo stesso informale, il piano bar è arredato con un bel pianoforte nero lucido e caratteristici divani e poltrone Chesterfield di pelle con lavorazione capitonnè. Le luci pacate e diffuse ne fanno l’ambiente ideale per un aperitivo o per terminare la serata con il fuoco acceso. Ovunque il messaggio è chiarissimo: entra, accomodati, fai come se fossi a casa tua.


Images

© Copyright 2020. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy