Un’estate da re: 12 gusti e 3 coppe firmata da Gian Piero Vivalda.

La scorsa settimana, nel Giardino delle Rose attiguo all’AtelieReale, è sbocciata l’ultima creazione dello chef di Antica Corona Reale: un gelato che riflette la metodica ricerca della materia prima in un bouquet di gusti esplosivi.
Qual miglior modo di inaugurare l’estate se non con l’ultima creazione di Gian Piero Vivalda, direttamente dalla quinta generazione di chef dell’Antica Corona Reale di Cuneo? Il suo Gelato Reale è un’esperienza corale, pianificata e articolata durante il periodo di quarantena assieme al sous-chef Christian Conidi, la pasticciera Elisa Fornasiero e il pastry chef dell’AtelieReale Luca Zucchini.
“Abbiamo sempre fatto il gelato, – spiega lo chef – ci mancava un approccio, diciamo, più onnicomprensivo e per questo ci siamo affinati confrontandoci con il Maestro gelatiere Palmiro Bruschi, appassionandoci alla lavorazione antica”.

Il gelato viene preparato con uova da allevamento a terra, latte piemontese fresco e in polvere, e solo con materie prime d’eccellenza. Gli ingredienti segreti sono altri: la mantecatura giornaliera, eseguita ogni pomeriggio per il giorno seguente, e la conservazione in pozzetti a glicole, una tipologia di carapina termoregolata che garantisce uniformità della temperatura all’interno del vano refrigerato, assicurando così una perfetta spatolazione del gelato. I gusti studiati per l’esordio della gelateria sono 12 (6 gelati a base crema e 6 sorbetti a base frutta), risultato di ripetuti assaggi e incontri con piccoli produttori piemontesi. Una lista di gusti che però non sarà mai prefissata, ma varierà in base alla stagionalità di certi frutti e alla proposta del mercato.

Ma la Corona non si ferma qui. “Il gelato non è l’unica innovazione dell’ultimo periodo, entro la metà di luglio arriverà il Panettone Reale ai Frutti Rossi”, la creazione estiva di AtelieReale.

In questa notizia

© Copyright 2020. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy