Next Habit: il racconto delle due giornate veronesi

Si è chiusa a Verona la prima edizione di Next Habit, molti gli spunti, intensi gli scambi tra operatori della ristorazione.
Immagini, suoni, parole… ma, soprattutto, un pensiero condiviso da tutti i partecipanti alla prima edizione di Next Habit: finalmente un evento, dedicato al “mondo di mezzo” (distributori, professionisti dell’horeca, key account manager), che aspira a mettere in connessione chi pensa alla cucina del futuro e chi, sapendola proporre nella giusta misura, soddisfa il cliente con argomenti efficaci e concreti.

Sono queste le prime sensazioni che non solo rimangono sulla pelle, dopo la due giorni di Verona, ma entrano in profondità, tracciando una strada maestra per riconoscere le nuove abitudini che costituiranno la linfa vitale per le aziende che sanno immaginare quale possa essere la cucina del futuro, ma, in fondo, la stanno già mettendo in pratica.

Accompagnati dalla competenza di un appassionato Luca Ferrua, colpiti dall’interpretazione artistica della compagnia di Athletic Dance Theatre Kataklò, sul palco di Next Habit si sono susseguiti gli interventi, dotti e stimolanti, di alcuni esperti che hanno cercato di aiutare l’attento uditorio a immaginare gli scenari futuri della cucina professionale.

Già nell’introduzione del campione di Volley Andrea Zorzi, la metafora dello sport, è stata utile a descrivere un parallelo efficace, perché, come nello sport di squadra, l’interdipendenza è fondamentale per il successo, così, nel settore della ristorazione, è determinante per il successo di aziende e distributori tra loro interconnessi.

La connessione, dunque, un concetto semplice che pone al centro l’uomo, le sue relazioni, mantenendo la macchina nella sua dimensione di strumento nelle nostre mani, perché, da sempre, fin dai primi marchingegni pensati per agevolare la riproduzione anche di una semplice cottura è l’uomo il protagonista del proprio agire, del proprio futuro.

Connessione e interrelazione come quelle che tra Rational e Irinox che, completandosi come solo caldo e freddo possono fare in natura e nella produzione di tecnologia sostenibile, hanno condiviso il progetto espositivo proposto da Next Habit.
Un format, un punto di contatto, costruito sui bisogni e sui desideri di aziende leader che vogliono presentarsi in modo diverso, attraverso il racconto completo della propria essenza, declinato in momenti emozionali, ispiratori e informativi.

Dichiara soddisfatta Laura Calzavara, Ceo di Behubble: “L’obiettivo di Next Habit, in ogni settore che intendiamo affrontare, è di liberare il potenziale che un momento espositivo può garantire alle aziende presenti, attraverso linguaggi integrati, sinergie, il sapersi e volersi coinvolgere. L’esempio che stanno dando le aziende illuminate che hanno condiviso questo percorso originale e innovativo è che il futuro dell’esposizione è l’ibridazione.”

In conclusione l’appuntamento è già per la prossima edizione che, ne sono tutti certi, riserverà nuove sorprese.

Main Partner
IRINOX, RATIONAL

Sponsor
Winterhalter, San Paolo Invest Private Banker, Milani, Dersut

Partner tecnici
Riso Buono

Info e Contatti
NEXT HABIT
Gallerie Mercatali - Verona, Viale del Lavoro, 11
8-9 novembre 2022
dalle 10:00 alle 17:00
info@nexthabit.it

Gallery

© Copyright 2022. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy