Chef

Italiani a Londra

Sono tanti gli italiani che lavorano nel mondo della ristorazione londinese, ma solo alcuni hanno scelto la strada dell’eccellenza. Tra vera tradizione e alta cucina, ecco chi sono.

Francesco Mazzei, 49 anni di Cerchiara di Calabria, che è arrivato a Londra nel 1996. Con il suo ristorante Anima, dal 2008 al 2015, si conquista lo scettro del grande chef italiano.

Stefano Stecca, riminese, ha invece iniziato allo Zafferano con Locatelli e poi con il gruppo Baglioni Hotels. Negli anni ha aperto altri 15 locali a Londra e, nel 2015, il suo ristorante Stecca a Chelsea.

Marco Zampese arriva a Londra nel 2012 lavorando con Darroze nel 2014 e divenendo di fatto l’executive e corporate chef del 3 stelle Michelin Hélène Darroze at The Connaught.

Un altro campione italiano è Francesco Dibenedetto: dopo aver lavorato al famoso Hibiscus per 5 anni infatti, prende in mano la cucina al nuovo ristorante 2 stelle Bibendum.

Una storia a parte è quella di Diego Ferrari, 35 anni da Cornaredo: a Monaco conosce la sua futura moglie, Emily Roux, e a Londra vanno insieme al Gavroche Restaurant. Qua Ferrari diventa head chef e dopo 3 anni apre il ristorante Caractère a Notting Hill.

Insieme a Ferrari al Gavroche, per ben 9 anni, c’era anche Gaetano Farucci, 33 anni, di Corato in Puglia. «Ora da 4 mesi lavoro al Sexy Fish della Caprice Holding, che quest’anno è anche diventato internazionale con l’apertura a Miami».

Estratto di "Italiani a Londra", di Carlo Spinelli, nel N° 43 di ItaliaSquisita

© Copyright 2022. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy