Il nuovo progetto "Fiore cucina in libertà"

Locale confiscato alla criminalità organizzata e restituito ai cittadini dedicato alla buona cucina con pizza, all'inclusione sociale e alla cultura gestito da La Fabbrica di Olinda, Cooperativa Sociale
Piantato 4 anni fa su un terreno confiscato alla criminalità organizzata, Fiore – Cucina in libertà racconta, al di là della sua storia, una buona cucina. All’ingresso di Lecco, il locale - originariamente battezzato Wall Street- era proprietà del boss della ‘ndrangheta Franco Coco, confiscato nel 1992 in seguito al suo arresto, nel 2006 l’immobile passa al Comune con l’intento di farne una pizzeria, che nel 2011 – insieme a Libera di Lecco – diventa il progetto di una pizzeria della legalità. Nel 2014 entra nel gruppo Regione Lombardia e, nel 2015, vengono completati i primi lavori di ristrutturazione. Nel 2016, in seguito a un bando, viene definitivamente affidata la gestione all’associazione temporanea di scopo (Ats), composta dalla cooperativa sociale La Fabbrica di Olinda di Milano, da Arci Lecco e Auser Lecco. 

Trasformato dagli architetti progettisti Claudio Lopasso e Carlo Carbone, l'idea è che il locale rinascesse visibilmente senza cancellare alcune tracce del passato. Oggi i protagonisti sono i libri, simbolo di cultura e condivisione del sapere che i cittadini di Lecco sono stati invitati a donare il giorno dell’inaugurazione quali mattoni del nuovo Fiore. 

Fiore è innanzitutto una collettività, e il progetto si articola su tre livelli: imprenditoriale (un ristorante attento alla materia prima e alla sua lavorazione), sociale (le attività inclusive e di inserimento) e culturale (la promozione della cultura). La squadra è guidata da Giorgio Antoniella, cuoco originario di Terni, supportato da Raffaele Mattei che rappresenta l’anello di congiunzione tra Fiore e la Fabbrica di Olinda a Milano. Con loro lavorano in sala Francesca Perra, responsabile di sala, Jacopo Ben Hammar, caposala, Ngane Ndiaye, Gisella Castro e Alma Murri in sala, Haris Saeed, Benito Sulmonte, Riccardo Florio e Fatumata Sagna in cucina. Undici storie diverse, undici provenienze, undici età confluite in una squadra energica, solare e competente, capaci di suonare all’unisono come gli strumenti di un’orchestra. Una cucina chiara e comprensibile, fatta di 3 ingredienti portanti per ogni piatto dove la stagionalità è al primo posto, poi leggerezza e colori. 


Foto: Brambilla-Serrani
© Copyright 2021. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy