Il Camparìa di Favignana apre le porte all'estate 2022

Nell'isola "gioiello" delle Egadi in Sicilia rinasce Camparìa, tra archeologia industriale e design di recupero.
Grazie a un’importante opera di riqualificazione conservativa degli ex magazzini e della zona rimessaggio della Tonnara di Favignana, cuore pulsante della vita isolana dalla fine dell’800 alla metà del ‘900, la Camparìa dà il via a una stagione estiva all’insegna della cultura emozionale e del “bien vivre” più autentico, aprendo le porte della ciclopica struttura sul mare. 
Questa estate si potrà vivere tutta la storia del luogo immergendosi nel suo spazio museale, raro esempio di archeologia industriale a tre navate e nella sua bottega che ospita la prima libreria dell’isola con volumi dedicati al suo passato. 

A guidare Camparìa e la sua rinascita è l’imprenditore palermitano Fabio Tagliavia che mira a dare nuova vita al luogo simbolo dei fasti commerciali dell’isola e della famiglia Florio e che completerà l’intervento di recupero di questo luogo nell’estate 2023 con l’apertura degli spazi delle trizzane, anch’essi pensati per ospitare mostre ed eventi che diano voce, in particolare, alle creatività locali. 
Entrando qui a Camparìa gli spazi parlano da soli e attraversandoli si respira nel modo più autentico la storia di questo luogo, dei Florio e, infine, dell’enogastronomia, con il tonno e il Marsala”.


È in questa struttura che, a partire da giugno 2022, approderà la Lancia di Franca Florio, salvata da un intervento di recupero conservativo. La barca, lunga sette metri e 20 e costruita da un mastro d’ascia inglese a fine ‘800, era usata dalla First Lady siciliana per assistere da vicino alla mattanza (era una delle Lancia degli Yacht dei Florio). Tutt’intorno all’iconico oggetto, si alternerà una serie di eventi culturali, tra presentazioni di libri, concerti per arpa e, soprattutto, esposizioni radicate nel territorio, come quella dedicata alla storia del Marsala. 
Sarà l’occasione per ammirare da vicino le botti di metà ‘800 della prestigiosa e storica cantina siciliana

La zona Lounge di Camparìa è la prima tappa di un viaggio che passa attraverso il cortile, puntellato dalle ancore col ceppo di legno usate in passato per fissare le reti della mattanza e oggi recuperate, e poi, lungo le imponenti navate degli ex magazzini che sconfinano con la spettacolare e inaspettata terrazza sul mare dove si trova il locale dalla vista mozzafiato. 

Aperta dalle ore 7 per le colazioni, con una proposta diversa dal classico bar, con opzioni anche salate e più healthy, come lo yogurt, miele e noci, la Lounge della Camparìa va avanti fino alla sera: il pranzo è leggero, tra cous cous di pesce e vegetariano, piatto tunisino ben radicato nel Trapanese, o insalate fresche di mare. La sera si comincia con gli aperitivi con musica di grande raffinatezza e gusto dalle ore 19, anche con formula rinforzata, e si va avanti per la cena e per il dopocena. La cucina è soggetta alla materia prima che si trova al momento ma non mancano mai il cous cous, i crudi di pesce, le tartare e le ostriche.

La mixology, che vanta anche un lungo bancone bar esterno, è protagonista al tavolo insieme alla carta dei vini, mentre si assiste a delle performance live di danza e musica.
Scenica è, infine, la muciara esposta nella Lounge che, assieme a all’olivastro secolare cresciuto spontaneamente, veste di bellezza autentica questo luogo unico bagnato dal mare. 
© Copyright 2022. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy