Digital conversation con Carapelli sul mercato degli oli EVO

Analisi dell'offerta, previsioni, progetti e spunti di miglioramento dei trend di settore.
Sviluppo e stime a confronto nel settore degli oli EVO: una discussione e un confronto sui temi più caldi sostenuti da Roberto Sassoni, General Manager Business Unit Italia Carapelli e Anna Cane Scientific&Public Affairs di Carapelli e Presidente Gruppo Olio d'Oliva Assitol.

Dai primi dati si tratta di un mercato già altamente penetrato che nell’ultimo anno ha visto incrementare ulteriormente la percentuale di acquirenti in ogni categoria. Le macro aree sulle quali si concentra l'analisi vertono su: italianità, sostenibilità, qualità e innovazione, come il lancio del nuovo pack Friol con il 14% in meno di plastica, e ancora l'attenzione alla qualità che Carapelli ha sviluppato seguendo degli standard rigorosi legati all'utilizzo di solo olio extravergine d'oliva al 100%, shelf life ridotte per garantire la freschezza, dichiarazione della data di confezionamento, tracciabilità completa dell'olio extravergine d'oliva italiano e la conservazione dell'olio extravergine d'oliva con azoto pressurizzato.

Come intervenire invece nelle aree di divulgazione istituzionale? Con l'evoluzione della valutazione sensoriale, con progetti di valorizzazione della filiera olivicola e il costante aggiornamento e revisione degli standard qualitativi dell'extravergine. L'industria può indubbiamente intervenire attraverso la divulgazione della conoscenza sull'olio extravergine di oliva, rivolto sia al b2b sia al b2c, sulla filiera produttiva creando sinergie tra gli attori coinvolti e un sistema di valorizzazione del prodotto finale, e ancora con studi scientifici rivolti alla produzione stessa. 
© Copyright 2020. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy