Casearia Carpenedo: una storia di famiglia

Oggi è riconosciuta come primo laboratorio di affinamento di formaggi in Italia, possiede una storia lunga un secolo e vende ad oggi in più di 30 paesi nel mondo.
Materie prime selezionate con cura e profumi unici: è questa la narrazione, sempre diversa, frutto di un'estrema sensibilità e amore della Casearia Carpenedo.
Nasce dalla grande visione creativa del suo fondatore Antonio Carpenedo, animato da una passione inscritta nel DNA di famiglia. Inizia tutto nei primi anni del '900 quando suo padre Ernesto Carpenedo, “casoin” (in dialetto veneto "pizzicagnolo") aprì un negozio di alimentari a Preganziol (Treviso). Nel 1965 fu poi Antonio uno dei primi ad esportare fuori dalla provincia di Treviso e poi in altre regioni la “Casata Carpenedo” oggi conosciuta ed apprezzata come Casatella Trevigiana Dop.

Il 1976 segna, invece, l’inizio di un’altra sfida, quella di affinatore, con la riscoperta di un’antica tradizione contadina della zona del Piave ovvero la conservazione delle forme di formaggio sotto le vinacce in fermentazione durante la vendemmia, un'usanza che pare abbia origine nella prima guerra mondiale adoperata dai contadini per nascondere le loro provviste dalle razzie. Nasce così il noto "Ubriaco" che divenne un marchio registrato di proprietà esclusiva di casa Carpenedo. 

Da allora Antonio trasforma l’azienda nel primo laboratorio di affinamento caseario riconosciuto in Italia sperimentando altri elementi per l'affinazione come fieno, foglie di noce, pepe, spezie, birra, liquori che oggi compongono il vasto repertorio dei “Formaggi di Cantina”.
Oggi Casearia Carpenedo è guidata dai figli Ernesto, Direttore di Produzione ed Alessandro, Direttore Commerciale, i quali sono riusciti ad inserirsi nel mercato internazionale, vendendo i loro prodotti in oltre 30 Paesi nel mondo.
© Copyright 2021. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy