A Napoli anche l'aglio è nato con la camicia

Il nuovo titolo di Massimiliano Serpe, che fra aneddoti e cultura illustra le più iconiche ricette della tradizione partenopea.
Cosa cucinava nostra nonna, nelle giornate di festa o magari nel quotidiano, quando si badava più al costo degli ingredienti e a quanto potessero essere salutari....

L'incipit della quarta di copertina è la sintesi perfetta di questo ricettario della tradizione partenopea: ripresa di
gusti, ingredienti, ricette e pietanze antiche che riecheggiano nelle memorie d'infanzia dell'autore.

Le 100 ricette spaziano dagli antipasti ai dessert, dai liquori alle conserve, senza tralasciare l'immancabile "Cibo di Strada", storica eccellenza napoletana che riporta alla mente piatti come le zeppole (zeppulelle di past cresciut), la frittata di pasta o il celberrimo Casatiello.

Un viaggio che mira alla riscoperta dell'ingrediente e dell'autenticità dei piatti di una delle tradizioni gastronomiche più antiche del Bel paese. 

Parlando dei Cannelloni, l'autore racconta come siano nati da un pacchero ripieno citato nel manoscritto "Il Cuoco Galante" di Vincenzo Corrado, cuoco delle corti nobiliari e grande gastronomo partenopeo che visse fra il '700 e l'800. 
O ancora, per ottenere il vero Nocillo, si racconta che le noci dovessero essere raccolte la notte di San Giovanni, il 24 giugno... il motivo? O per il contenuto di linfa contenuta nei frutti o perché, nel calendario ante gregorianum, il solstizio d'estate cadeva non il 21 giugno ma, appunto, il 24.

Ingredienti, ricordi, storia, curiosità, informazione, passione, amore per la famiglia e per la propria terra: questo quello che troverete nel nuovo libro di Massimiliano Serpe: "
A Napoli anche l'aglio è nato con la camicia". 

164 pagine
Copertina flessibile
Disponibile al prezzo di 15,00 €
© Copyright 2020. Vertical.it - N.ro Iscrizione ROC 32504 - Privacy policy