Homepage

“We love Coevo”, ritratti d’autore per Cecchi

“We Love Coevo” è un elegante volume che racchiude la storia del vino più prezioso dell’azienda Cecchi, attraverso i volti protagonisti del settore enogastronomico d’Italia.
La fotografia per immortalare volti, per fermare il tempo, per conservare nella memoria l’unicità e irripetibilità del vissuto. I fratelli Cecchi hanno ricreato un’aura magica intorno alla loro perla enologica, il vino Coevo, dando vita, grazie alla collaborazione artistico-creativa del fotografo Ferdinando Cioffi, a una raccolta di ritratti delle star del red carpet enogastronomico d’Italia. Nasce così “We Love Coevo”, il libro che è stato presentato a Castellina in Chianti nella nuova cantina. Il volume raccoglie 154 ritratti dei grandi chef italiani, ristoratori, sommelier e giornalisti che hanno partecipato al “COEVO tour”, un viaggio in Italia con soste in cinque ristoranti: Enoteca Pinchiorri, Le Calandre, Da Vittorio, Dal Pescatore e La Pergola. In Germania, all’Acquarello di Mario Gamba a Monaco di Baviera. “È stato un susseguirsi di emozioni uniche”, ha detto Cesare Cecchi. “Ferdinando Cioffi ha magistralmente fermato il tempo per ognuno dei nostri ospiti. Ha colto la loro anima incorniciandola in uno spazio e in un tempo sconosciuto ai più, donando loro quell’eternità che solo l’artista sa e può dare. Ogni immagine che compone questo racconto, in un certo senso d’amore, rappresenta una singola storia e una singola emozione”. “Ogni ritratto rivela un amico, talvolta un esempio da seguire, spesso un riferimento professionale d’eccellenza” prosegue Andrea Cecchi. “Con loro abbiamo voluto condividere un momento importante per la nostra famiglia e la nostra azienda facendoli diventare i protagonisti della nostra storia”. Per i fratelli Cecchi questo “racconto per immagini” esprime una sorta di ringraziamento celebrativo di coloro che giornalmente si impegnano a diffondere la cultura del cibo e del vino nel mondo. “Ci auguriamo - concludono Cesare e Andrea ‐ che questa pagine, che nel loro insieme rappresentano un’opera d’arte come spiega nel saggio introduttivo il critico di Denis Curti, possano emozionare tanto quanto un bicchiere di buon vino”. Per l’occasione la cantina CECCHI di Castellina in Chianti ha raccolto fra le subarrique tanti amici fra cui circa 50 stelle Michelin. La cucina portava la firma del ristorante tristellato Enoteca Pinchiorri mentre i vini in abbinamento erano, la grande annata di Chianti Classico VILLA CERNA 1988 e le due annate 2006 e 2007 di COEVO, rigorosamente in magnum. Info: www.cecchi.net