Ristoranti

Cracco apre a Mosca il ristorante Ovo

Carlo Cracco sbarca per la prima volta all'estero. Precisamente a Mosca, all'interno dell'hotel 5 stelle Lotte della capitale russa. Nessun compromesso per avvicinarsi ai gusti del Paese ospite, vera e pura cucina italiana.
“Il pubblico russo è difficile da accontentare, perché poco avvezzo alla nostra cucina e capace di richieste quasi impossibili, ma mi ero già trovato alle prese con loro quando feci una consulenza al ristorante dell’Hotel Lux Lucis di Forte dei Marmi, e una volta capito il giusto modo di pensare è bello anche sorprendere l’aspettativa un po’ monotona che hanno del cibo italiano“, afferma Cracco.

OVO è un locale elegante, con la sala ricca di colori e il bravo Alessandro Troccoli che la gestisce. In cucina, invece, troviamo lo chef valdostano Stefano Zonca.

La carta spazia da un “signature dish” come gli spaghetti con ricci di mare e caffè, a dei cannelloni farciti con uno dei migliori ingredienti reperibili in Russia, il granchio reale della Kamchatka, e ultimati con una leggera salsa alla puttanesca che li sfuma di italianità. La perfetta sintesi dell’intelligente ed encomiabile “operazione russa” griffata Cracco, sta poi nella variante del tiramisù pensata per chiudere la cena: una crosta di zucchero a forma di chicco di caffè ripiena d’una spuma molto leggera e d’una spugna imbevuta di caffè sul fondo. Fuori, ancora caffè e cacao, e una neve ottenuta facendo subire al mascarpone lo choc termico dell’azoto liquido, per poi frammentarla con una frusta. 

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy