Luoghi e Itinerari

Villa Reale a Monza riapre con Andrea Berton al catering

Dopo due anni di restauro la dimora storica di Monza apre per la prima volta agli eventi e si prepara a ospitare un ristorante stellato, mostre d’arte e un progetto incentrato sul mondo del design.

Terminati i lavori di restauro durati 2 anni, per un investimento complessivo da milioni di euro, la Villa Reale di Monza, dimora settecentesca che ha ospitato dagli Asburgo ai Savoia, riapre al pubblico e, per la prima volta, anche agli organizzatori di eventi, offrendo loro una location di grande appeal a pochi chilometri dalla sede di Expo 2015.

L’offerta della dimora storica sarà decisamente variegata: le sale del primo piano saranno destinate ad accogliere eventi ma numerosi altri spazi verranno dedicati a servizi e attività che potranno essere integrate con gli eventi stessi.

Al piano terra, infatti, verrà avviato un servizio di ristorazione curato da F&de Group, società che gestisce il banqueting di numerosi importanti alberghi e catene alberghiere a quattro stelle. Nei 1.000 metri quadrati ci saranno spazi bar e la chicca de Le Cucine di Villa Reale, ristorante firmato da Andrea Berton lo chef stellato che da poco ha inaugurato il suo ristorante – che curerà anche il servizio catering.

Il secondo piano, invece, verrà interamente dedicato alle grandi mostre d’arte, mentre per il terzo piano, detto “Belvedere”, si sta lavorando a un progetto innovativo e di grande spessore culturale legato al mondo del design e della formazione di artigiani e creativi.

La Villa Reale di Monza, di proprietà pubblica, rende così un patrimonio dell’architettura italiana disponibile agli organizzatori di eventi, che avranno come referente unico Vision Plus. L’agenzia di comunicazione ed eventi monzese, infatti, gestirà con il marchio Gli eventi di Villa Reale tutti gli appuntamenti, come meeting, conferenze e cene di gala che potranno essere ospitati nel capolavoro dell’architetto Piermarini.

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy