Homepage

Una Birra di Parma per l'alta cucina

Le Cantine Ceci di Torrile (Parma), famose per la produzione di Lambrusco, hanno realizzato due birre artigianali rifermentate con i lieviti del vino emiliano.
Siamo in Emilia, in terra verdiana, e le Cantine Ceci di Torrile - nella provincia “gastronomicamente” nota per il prosciutto crudo - sono famose per la produzione di eccellenti Lambruschi: basti citare l’Otello nero di lambrusco e l’Otello lambrusco etichetta nera. Ma l’azienda vinicola parmense, intuita l’importanza che, ormai, ha nei grandi ristoranti l'accostamento tra cucina e birra artigianale, ha deciso di approdare anche a questa realtà con la produzione di birra rifermentata con i lieviti del lambrusco. È nata così la Birra di Parma - anche se prodotta nello stabilimento di Borgorose, in provincia di Rieti - in collaborazione con Leonardo di Vincenzo di Birra del Borgo, che va ad arricchire il già pingue panorama di produzione di birra artigianale emiliana, affiancandosi ai birrifici Panil, Birrificio del Ducato e Birra Toccalmatto. Sono due le bottiglie in questione: la bionda Birra di Parma Oro e l’ambrata Birra di Parma Bronzo. Birra di Parma Oro, è una golden ale di colore giallo dorato pieno e dalla schiuma consistente, è elegante, floreale e fresca, con netti sentori di luppolo. Ha un bel corpo, morbida con la leggera nota di luppolatura che la caratterizza, fresca da bere è piacevole e leggera. Grado alcolico 4.5% Vol. È ideale in abbinamento con antipasti, primi piatti non elaborati, formaggi vaccini freschi, sposa anche arrosti di carni bianche o saporite zuppe di verdure, anche se bevuta come aperitivo dà il meglio di sé. Birra di Parma Bronzo, è una strong ale ambrato brillante con intensa schiuma, sprigiona tutti i suoi profumi agrumati e di camomilla. Ha un corpo pieno, riempie la bocca con la sua maltosità e i suoi sapori freschi. Ha dei gusti unici di caramello che si fondono con graziosi sentori luppolati con richiami di agrume candito. Grado alcolico 6.1% Vol. Consigliata in abbinamento ad antipasti elaborati e primi piatti saporiti si esalta insieme a carni rosse a media cottura oppure con formaggi mediamente stagionati. Arriviamo allora al lato gourmet e agli abbinamenti nei ristoranti d’alta cucina! Il grande chef Massimo Bottura ha subito inserito la Birra di Parma nella carta del suo pluristellato ristorante modenese Osteria Francescana, sostenendo di aver trovato l'abbinamento perfetto tra le due etichette e alcuni piatti cult come "Il bollito non bollito" e la mitica "Compressione di pasta e fagioli". Foto di Cristian Parravicini Tra gli altri grandi chef italiani che hanno apprezzato la Birra di Parma c’è Filippo La Mantia: ora nella lista “dei vini” del ristorante dell’Hotel Majestic di Roma potrete provare gli abbinamenti tra le creazioni culinarie dello chef siculo e le birre Oro e Bronzo nate dalla collaborazione fra Cantine Ceci e Birrificio del Borgo. “Sono birre perfette in abbinamento alla mia Caponatina, con le Sarde a Beccafico con il finocchietto fresco o ancora con la mia Pasta alla Norma - afferma La Mantia - l’unica in grado di sposarsi con la fragranza e la freschezza dei sapori siciliani riscoperti nella loro autenticità”. Foto di Gianmarco Chieregato
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy