Nasce la certificazione The Grand Wine Tour

19 aziende vitivinicole si sono associate per creare il marchio, con l’obiettivo di fornire ai visitatori stranieri elevati standard di accoglienza in cantina.
un marchio destinato alle aziende vitivinicole che adottano standard di eccellenza nell’accoglienza enoturistica. Il suo nome “The Grand Wine Tour” è legato al Grand Tour, il viaggio formativo, artistico e culturale che i giovani nobili erano soliti intraprendere a partire dalla fine del XVII secolo in Europa, e in particolare in Italia. Soggiorni in luoghi meravigliosi ed accoglienza di alto livello erano i tratti che accomunavano le esperienze del Grand Tour; gli stessi elementi oggi si ripropongono in chiave moderna per The Grand Wine Tour, dove la cultura del vino e quella dell’ospitalità si incontrano in un progetto mai realizzato prima in Italia.
Mai prima d’ora era stato creato un marchio di qualità che definisse e valutasse in modo strutturato, condiviso e oggettivo i servizi turistici del settore vinicolo. Ciò è stato possibile grazie all’impegno di 19 importanti aziende vitivinicole, accomunate dal desiderio di investire nella promozione dell’enoturismo di alta qualità, che hanno creato un’associazione dedicata a tale scopo.
 
Le aziende che utilizzano il marchio The Grand Wine Tour: credono che attraverso il contatto diretto con il produttore e con il territorio d’origine si realizzi la miglior conoscenza del vino • sono consapevoli che un grande vino lo si onora condividendolo e facendolo degustare in modo adeguato • aprono le loro porte con la stessa passione e cura che utilizzano in vigneto per la produzione dell’uva e, in cantina, per la produzione e l’affinamento dei vini • ritengono che la qualità dell’accoglienza sia un messaggio essenziale per il visitatore • accolgono il visitatore sempre con cordialità, garantendo l’eccellenza qualitativa nell’ospitalità, nei servizi offerti e nei vini prodotti


 
Le cantine che oggi aderiscono all’associazione e utilizzano il marchio sono 19, e il numero è in costante aumento. Dall’Italia del nord alle regioni del sud, ecco l’elenco:

In Piemonte Ceretto, Coppo, Tenuta Carretta, Michele Chiarlo, Cascina Chicco, Travaglini, Villa Sparina.
 
In Veneto Bortolomiol, Col Vetoraz, Zenato, Inama.
 
In Emilia Romagna Umberto Cesari.
 
In Liguria Lunae e Poggio dei Gorleri.
 
In Toscana Altesino, Fattoria Le Pupille e Sapaio
 
In Lazio Casale del Giglio
 
In Campania Feudi di San Gregorio


© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy