Terrazza Triennale, tappa della nuova Milano

Osteria con vista presenta il nuovo menù dello chef Stefano Cerveni coadiuvato in Terrazza dal giovane Resident Chef Matteo Ferrario.
Inaugurata nel 2015 durante EXPO ristrutturando l’originale terrazza della Triennale di Giovanni Muzio del 1933, è diventata una tappa imprescindibile della città, nuova destination non solo per un pubblico internazionale, me anche per il milanese doc.
Questo grazie a una posizone senza eguali (è uno dei migliori roof-top cittadini) e grazie al suo ristorante con bar che guarda lo skyline di Milano: da un lato il passato (il Castello Sforzesco) e dall’altro presente e futuro (i grattacieli di Porta Nuova), uniti dal polmone verde di Parco Sempione.

Food e cocktail
Un blocco cucina a isola tra i tavoli e una carta che propone i classici della tradizione italiana, alleggeriti e modernizzati, seguendo una filosofia che privilegia la scelta di materie prime di stagione e menu che ruotano periodicamente, sono i cardini portanti dell’Osteria. Nella carta - che include special settimanali secondo mercato – si alternano piatti leggeri ma ricchi di gusto come il “Risotto sedano bianco, mentuccia e ricci di mare”, o il “Calamaro morbido, crema di lenticchie morbide, foglie d'ostrica e polvere di caviale”, ma anche specialità della tradizione regionale italiana come “Risotto alla Milanese, Ragù di Ossobuco e Gremolada”, il “Manzo all’Olio con Patate”, la “Costoletta della
Tradizione” o il “Petto di Faraona al forno, Sbrisolona al Grana Padano, Cipolle Rosse caramellate”. Fuori carta anche divertissement come l’appetizer “Ostrica "Amelie" in sospensione di Franciacorta” o un secondo vegano originale quale “Carote & Prezzemolo”. Ricercata la carta dei vini, con due sommelier pronti a suggerire abbinamenti ed etichette.


Al banco-bar, affascinante isola simmetrica ai fornelli, i barman guidati da Rogger Prieto miscelano cocktail pre-dinner e after-dinner, con la medesima filosofia del ristorante: semplicità ed equilibrio. Tra le sue ultime creazioni “Alma Latina” un drink all-day a base di Pisco, pompelmo e sciroppo di curcuma, servito dopo un shake-and-strain, in un tumbler basso; e l’aperitivo “Gentleman”, l’alternativa della casa al Negroni, a base di Campari, Select, Amaro Formidabile e lime.

In questa notizia

© Copyright 2019. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy