Appuntamenti

Svetta la nuova ciminiera Branca nel cielo di Milano

L’azienda rinnova il legame con Milano grazie all’opera di street art di Orticanoodles che cambia la skyline della città.
55 metri di colore e 27 erbe, questi i numeri per celebrare i 170 anni di Branca. La nuova ciminiera decorata, infatti, richiama l’alchimia delle erbe che hanno reso Fernet-Branca famoso in tutto il mondo e con la sua altezza diventa il murale più alto d’Italia e uno dei più alti d’Europa.

Un’opera che guarda sia alla tradizione, riprendendo elementi storici della famiglia Branca, sia all’innovazione con l’utilizzo di colori accesi che ne accentuano lo stile contemporaneo. Anche la tecnica di decorazione concilia innovazione e tradizione: Orticanoodles infatti ha usato una tecnica che risale a centinaia di anni fa, lo stesso “spolvero” che utilizzava Michelangelo nel 1500. Questo progetto, poi, è anche un’opera di pittura collaborativa: i dipendenti di Fratelli Branca Distillerie, infatti, hanno contribuito a dipingere il motivo composto da radici colorate sul muro sottostante la ciminiera firmando l’opera.
“Fin dalla fondazione, Branca è stata pionera dell’internazionalizzazione ma ha sempre conservato le proprie radici e il forte legame con Milano. Siamo infatti una delle poche aziende ad avere ancora uno stabilimento produttivo in città” ha commentato Niccolò Branca, Presidente e Ad di Fratelli Branca Distillerie. “Per questo, per i nostri 170 anni e in un importante momento di rinnovamento per Milano, abbiamo voluto promuovere un progetto artistico che arricchisse la città e chi la vive ogni giorno. Branca è stata pioniera nel campo della creatività fin dalla fondazione, e abbiamo voluto riaffermare questa nostra caratteristica distintiva rinnovando un elemento simbolo dell’architettura industriale per eccellenza, la ciminiera, usando uno dei linguaggi artistici simbolo della contemporaneità, la street art”.