Ristoranti

Sempre più "Tables de la Collection" italiane

Il viaggio alla scoperta delle Tables de la Collection italiane è iniziato il 6 ottobre 2016, all'Hotel de la Ville di Monza, recentemente entrato a far parte della Collezione, con una cena a 4 mani firmata dallo chef di casa, Fabio Silva, in collaborazione con Massimo Spigaroli dell'Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense.
"Sono un cuoco francese innamorato della cucina italìana, della sua varietà e della sua grandissima generosità. E' una cucina autenticamente genuina, gli Chef del Belpaese hanno un vero rispetto per i prodotti delle loro terre, sanno come lavorare, è ovvio che io sia sensibile a quest'approccio della gastronomia",Così Alaìn Ducasse - Presidente di Chfiteaux & Hotels Collection - il marchio che da oltre quarant'anni opera nell'ambito dell'Mlellerie di charme e della ristorazione gourmet- esprime la sua attenzione e il suo consenso verso la ristorazione e le tavole della Penisola, auspicando una sempre maggiore presenza di ristoranti italiani fra i membri della Collection.

Dei circa 500 indirizzi che fanno parte del brand, 260 sono ristoranti d'albergo e ristoranti, brasserie e bistrot che si sono aggiudicati il riconoscimento di 'Table de la Collection'. In Italia 'La Collection 2017' conterà nove 'Tables de la Collection', solo ristoranti d'hotel che sono: Ristorante La Cassolette del Mont Blanc Hotel Village a La Salle in Val d'Aosta, Ristorante Johannesstube dell'Hotel Engel Resort & Spa sulle Dolomiti, Ristorante La Terrazza dell'Hotel Parco San Marco Lifestyle Beach Resort, Ristorante Derby Grill dell'Hotel De La Ville di Monza, Ristorante Le Cupole del Grand Hotel Bistrot di Rapallo, Ristorante Antica Corte Pallavicina all'interno dell'omonimo Relais nella Bassa Parmense, Ristorante il Ficheto di Tenuta Fumirussi nella campagna salentina, Ristorate del Florian Maison Resort sulle colline bergamasche, L'Osteria dell'Arborina Relais a La Morra nel cuneese.

Per il futuro tuttavia, Chateaux & Holels Collecllon ha l'obiettivo di accogliere sempre indirizzi anche di sola ristorazione, in linea con la sua visione della come già avviene in Francia.
Pur con caratteristiche proprie, c'è un fil rouge che accomuna tutte le 'Tables de la Collection': la personalità del proprietario-chef che alla creatività sa accostare la ricerca gastronomica per valorizzare gli ingredienti del territorio, sempre freschi e di stagione, confrontandosi con i produttori locali; le ricette di famiglia, sapori e profumi di una volta vengono tramandati di padre in figlio in uno stile di cucina che sublima il prodotto e che nel contempo si rinnova, di generazione in generazione, nel gusto e nella presentazione; i giovani chef che cercano semplicità nell'innovazione e nei prodotti locali per diventare i grandi cuochi di domani.

È con questi criteri che Chateaux & Hotels Colleclion ha assegnato la targa di “Tables de la Collection”  a questa rete di 'artigiani del gusto', chef indipendenti, che condividono gli stessi valori e mettono la loro esperienza al servizio dei loro ospiti La costante affermazione dell'ospitalità italiana all'interno della Collection e la sempre maggiore importanza delle esperienze gourmet che il nostro paese è in grado di offrire alla clientela internazionale sono infatti la conferma dei valori che Chateaux & Hotels Collection porta avanti.
Dormir bene vuoi dire anche mangiar bene, e se questa complementarietà è regola all'interno della Collection, è altrettanto certo che nessuna struttura è uguale a un'altra, ma assieme formano un unicum ove vivere esperienze diverse, entusiasmanti, nello charme degli ambienti e nell'ospitalità calda e sincera.

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy