S. Pellegrino Young Chef 2020

In occasione della presentazione della quarta edizione del progetto internazionale, sono stati annunciati i sette chef internazionali che sceglieranno il candidato che rappresenterà Italia e Sud Est Europa alla finale internazionale
Si è svolta a Identità Golose Milano, hub internazionale della gastronomia, la presentazione della quarta edizione di S.Pellegrino Young Chef, il progetto internazionale che promuove l’ingresso e l’affermazione dei giovani chef all’interno del panorama gastronomico globale. 

Durante l’incontro, S.Pellegrino ha annunciato i nomi degli chef che costituiranno la giuria della finale regionale dedicata all’Italia e al Sud Est Europa (Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Macedonia, Montenegro, Romania, San Marino, Serbia, Slovenia, Città del Vaticano).

Si tratta di una giuria internazionale costituita da sette grandi professionisti: gli italiani Pino Cuttaia (La Madia – Licata, 2 stelle Michelin), Matias Perdomo (Contraste – Milano, 1 stella Michelin), Antonia Klugmann (Argine a Vencò – Dolegna del Collio, 1 stella Michelin), Marianna Vitale (Sud – Quarto, 1 stella Michelin); la croata Ana Grgić (Zinfandel’s Restaurant – Zagabria), prima donna chef alla guida delle cucine dell’Esplanade, la rumena Oana Coantă (Bistro de l’Arte – Brasov), famosa soprattutto per la sua reinterpretazione delle ricette tipiche rumene e ungheresi in chiave contemporanea, lo sloveno Janez Bratovž (JB Restavracija – Lubiana), lo chef più noto in Slovenia.

I giurati sono stati scelti per la loro capacità di contribuire all’obiettivo di S.Pellegrino di alimentare il futuro della ristorazione, coltivando, scoprendo e supportando le nuove generazioni di chef. 

Un obiettivo che quest’anno si carica di ulteriore significato: S.Pellegrino vuole infatti ribadire il concetto che il talento non ha limiti geografici né di genere. Valori già affermati nell’ambito della partnership con Parabere Forum, evento che ha l’obiettivo di creare una rete globale capace di rafforzare l’influenza delle donne in ambito enogastronomico. 

Non a caso, dunque, la giuria della finale regionale Italia e Sud Est Europa risulta composta da una maggioranza femminile; l’obiettivo di avere una equa rappresentanza di donne chef in giuria è stato stabilito anche per le altre competizioni regionali e per la Giuria globale dell’edizione 2020.


© Copyright 2019. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy