Guida l'espresso 2018: Pommery premia lo chef Alessandro dal Degan

In occasione della presentazione della Guida I Ristoranti d’Italia de l’Espresso 2018, la Maison Pommery ha riconosciuto ancora una volta i valori della grande cucina, proprio perché riassumono esperienze sensoriali complete ed esaltanti.
 In linea con questa filosofia, che celebra il gusto e le eccellenze, da qualche anno la Maison si è fatta promotrice del prestigioso premio “Il Piatto dell’Anno”. Per questa edizione, il 19 ottobre 2017 alla Stazione Leopolda di Firenze, Mimma Posca, AD di Vranken-Pommery Italia, ha consegnato al giovane chef Alessandro Dal Degan un Jéroboam Pommery Millésimé Grand Cru 1995 – Flacon unique en édition limitée (100 esemplari numerati). Solo sette Grands Crus entrano nella composizione di questo elegante “millesimo” che, proprio per la sua evoluzione in un formato così grande, esprime un’eccezionale freschezza e una grande finezza.

Alessandro Dal Degan, patron del Ristorante La Tana di Asiago-Vi e associato ai JRE-Italia, ha 36 anni e una grande passione per la cucina. Lo sconfinato amore per la materia prima si evolve ogni giorno con la precisa volontà di rendere omaggio agli ingredienti della sua terra. Ne è conferma il piatto premiato “Orzo, terra e acqua” dove l’orzo, ingrediente protagonista del territorio, dirige la sinfonia di sapori nati dai due simboli della vita: la terra e l'acqua. Il gioco di movenze delle alghe rende il piatto vivo di sensazioni dove i sapori, dati dalla mantecatura con acqua di scampi, il fagiolo nero, alghe e spezie montane, si inseguono in un concerto di note e accordi in perfetta armonia.

La Cuvée Louise Nature 2004 (ampia, con una sensazione vellutata che le conferisce un perfetto equilibrio e grande finezza) ha dato il benvenuto agli ospiti nel Ristorante Il Palagio per l’attesissimo, abituale appuntamento gourmand. Lo chef Dal Degan ha preparato il piatto risultato vincitore, servito dopo alcuni assaggi e l’antipasto preparati da Vito Mollica, executive chef del Four Seasons. I sapori del “Piatto dell’Anno”che brilla per creatività e originalità, sono stati esaltati dall’abbinamento con la Cuvée Louise Rosé Brut 2003, uno Champagne delicato e armonioso, 60% Chardonnay e 40% Pinot Noir. Fresco, note citriche e minerali con un tocco fruttato di piccole fragole di bosco, si presenta con un finale di grande lunghezza e vivacità per svanire in estrema finezza.

L’incontro dei più prestigiosi Champagne Pommery con l’arte culinaria si pone al vertice delle esperienze dei sensi, dove il gusto domina l’eccezionalità del momento.

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy