Chef

Matteo Fronduti trionfa a "Top Chef Italia"

Lo chef classe ’77 Matteo Fronduti, patron del ristorante milanese Manna, ha conquistato l’ambito titolo di primo Top Chef d’Italia, convincendo i giudici e sbaragliando una concorrenza difficile e agguerrita.
Dopo una finale “all’ultimo gusto” con la parmigiana Maria Amalia Anedda e l’omonimo Matteo Torretta, rispettivamente terza e secondo classificato, la vittoria del prestigioso titolo, associato a un ulteriore premio.
Nel corso del cooking show, Fronduti si era distinto da subito per la sua audace personalità culinaria accompagnata da una professionalità e padronanza del mestiere che gli sono valsi il gradino più alto del podio.

Nato e cresciuto nella periferia milanese, sin da bambino Matteo è stato attratto dal cibo e dalla cucina, incuriosito da tutti quei sapori che, per la sua giovane età, non aveva ancora avuto modo di provare. Dopo il diploma, la decisione d’indirizzarsi in questo settore con le prime difficoltà a trovare qualcuno disposto a dargli fiducia e credere nelle sue potenzialità. Poi la gavetta nel famoso “Villa Fiordaliso” Relais&Châteux, sul Lago di Garda, il ruolo di capo partita presso la “Trattoria del Nuovo Macello” (Milano) e l’esperienza nei locali della Milano altolocata, come l’ ”Armani Caffè”, il “Trussardi alla Scala” e il “Just Cavalli”. Nel 2008, infine, la svolta personale con l’apertura del ristorante Manna, in una zona caratteristica e periferica di Milano, al quale si dedica anima e corpo.

Il 2008, dunque, è l’anno della “maturità” di Fronduti, che ora può dare pieno sfogo a tutta la sua creatività, con quelli che diverranno i suoi caratteristici piatti dai sapori innovativi e nomi bizzarri, in cui esprimere in toto la sua personalità. Una cucina concreta, per certi versi dissacrante: adatta ai palati ricercati, ma apprezzata anche da chi non se ne intende, con un ruolo fondamentale riservato alle materie prime che vengono elaborate e combinate in creazioni gustose e originali. 

Il passaggio televisivo a Top Chef e il trionfo su quindici talentuosi toque blanche del Paese, in un percorso di eliminazioni e scontri durato ben otto puntate, sono solo la conferma di un talento che non era rimasto sconosciuto agli addetti ai lavori, ma che ora è sotto gli occhi di tutti.

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy