Lo chef Emanuele Scarello diventa vice-presidente di Relais & Châteaux

Doppio incarico per Chef Emanuele Scarello, accanto ad Olivier Roellinger nel Comitato Internazionale dei Ristoranti e nuovo Vice Presidente della Delegazione Italiana.
Confermata la guida di Relais & Châteaux, collezione esclusiva di oltre 550 prestigiosi hotel di charme e ristoranti gourmet in tutto il mondo. Durante il 43° Congresso internazionale appena conclusosi a Madrid, l’Assemblea Generale degli Associati ha infatti rinnovato la fiducia nel Presidente Internazionale Philippe Gombert, in carica dal 2013. Il neo ri-eletto Presidente sarà affiancato da un nuovo Comitato Esecutivo nel quale fa il suo ingresso come Vice Presidente Europa l’italiano Vito Cinque, Proprietario e Maître de Maison de Il San Pietro di Positano.

Ai voti a Madrid anche i Comitati delle Delegazioni locali dove, per la prima volta, il Presidente in carica sarà affiancato nel suo mandato da uno Chef. Una svolta importante che testimonia l’importanza sempre crescente che la cucina riveste all’interno di Relais & Châteaux, che oggi rappresenta la più grande rete di Chef a livello mondiale.

Vincenzo Bianconi, Proprietario e Maître de Maison di Palazzo Seneca (Norcia), viene confermato Presidente delle 44 Dimore della Delegazione italiana. Ad affiancarlo, con il ruolo di Vice-Presidente, arriva Emanuele Scarello, Chef e proprietario del ristorante Agli Amici 1887 (Udine), che fa il suo primo ingresso anche nel Comitato Internazionale dei Ristoranti di Relais & Châteaux, il gruppo di lavoro guidato dallo Chef difensore della biodiversità Olivier Roellinger.

Philippe Gombert ha presentato durante il Congresso di Madrid gli obiettivi e le sfide per la crescita di Relais & Châteaux, che anche nel suo secondo mandato sarà caratterizzata da un focus sulla Vision: l’insieme di impegni presi davanti all’UNESCO nel 2014, in occasione del 60° anniversario dell’Associazione, volti a difendere il concetto di Art de Vivre e a proteggere le tradizioni locali e la biodiversità. In questo quadro gli Chef di Relais & Châteaux, da anni in prima linea nel sottolineare l’importanza di una cucina sostenibile e "buona" per il palato e l’ambiente, giocano un ruolo da protagonisti e l’Associazione rinnoverà l’impegno nei confronti di ONG come Slow Food International, Ethic Ocean (con cui collabora sin dal 2009), Bon pour le Climat e Andes.

Relais & Châteaux continuerà inoltre ad esplorare le potenzialità legate al mondo della comunicazione digitale, protagonista di molte innovazioni negli ultimi anni. Strategie, indicazioni operative e ammissione di eventuali nuovi Associati saranno discussi e votati tre volte l’anno dai membri del Comitato Esecutivo e quelli del Comitato dei Delegati, l’assemblea plenaria dei Presidenti delle varie Delegazioni locali, riuniti nel Board di Direzione sotto la guida del Presidente Gombert.

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy