Luoghi e Itinerari

La pasta artigianale dell’Adriatico

Itinerari enogastronomici nel mondo della pasta artigianale. Vendita di pasta artigianale per pasta di Campofilone, Verrigni pasta e Rustichella d’Abruzzo.
In viaggio attraverso la Strada della Pasta dell’Adriatico. Un itinerario che parte da Parma e si estende a Marche e Abruzzo, con destinazione Urbino, Campofilone, Roseto degli Abruzzi e Moscufo. Quattro pastifici, tra i più conosciuti, ognuno con una propria identità che lo distingue da tutti gli altri. Pasta artigianale di storica memoria. Il viaggio inizia alla scoperta della cooperativa Prometeo di Canavaccio (PU), che dal 1991 si occupa  di produzione e trasformazione di cereali e legumi biologici avvalendosi di un proprio impianto di selezione e decorticazione. Il farro - la specie dicocco Triticum dicoccum  in particolare - è stato da sempre il cereale prediletto sul quale l'azienda ha posto tutti gli sforzi (www.prometeourbino.it). Il viaggio continua poi verso Campofilone (FM) con la visita ad uno dei luoghi simbolo dell'attività artigianale dei pastai italiani per incontrare Vincenzo Spinosi, il re degli Spinosini, che ha portato in giro per il mondo e sulle tavole dei personaggi più noti del mondo, la pasta di Campofilone (www.spinosi.com). Quindi in Abruzzo, per visitare il pastificio Verrigni a Roseto degli Abruzzi (PE), nota realtà che ha visto la luce nel 1898 quando la famiglia Verrigni riforniva le nobili famiglie di Rosburgo - oggi Roseto degli Abruzzi - di pasta di qualità superiore, ottenuta dalla macinatura dei grani con macine a pietra, impastata con l'acqua del Gran Sasso ed essiccata all'aria appesa a canne di bambù. È stato il primo pastificio a utilizzare insieme alla trafila in bronzo, anche quella in oro (www.verrigni.com). Infine, l'ultima tappa è Rustichella d’Abruzzo a Moscufo (PE), pastificio artigianale che essicca la pasta a bassa temperatura per circa 40-60 ore a seconda dei formati, mantenendo così intatte le caratteristiche nutrizionali, il sapore di grano e l'eccellente resa in fase di cottura. Fondato nel 1924 da Gaetano Sergiacomo, il pastificio Rustichella d'Abruzzo conserva ancora oggi la tradizione di una pasta artigianale - fatta con le migliori semole di grani duri selezionati e acqua di montagna - trafilata al bronzo per conferire alla pasta quella particolare ruvidezza che la rende adatta ad assorbire meglio il condimento (www.rustichella.it).
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy