Chef

La montagna al mare

Cena CHIC con gli chef Giuseppe Biuso e Alessandro Bellingeri al Ristorante Il Cappero del Therasia Resort&Spa di Vulcano.
Quello che sulla carta appariva un probabile scontro di geografie e personalità, si è rivelato in pratica un armonico e appassionato viaggio in Italia, dalla “terra dei castelli, laghi e vini” di Alessandro Bellingeri – natali cremonesi ma altoatesino per scelta con l’apertura, da un anno, del suo ristorante Acquarol a San Michele Appiano – alle suggestioni africane delle Eolie, al Therasia Resort sull’isola di Vulcano, regno del  palermitano Giuseppe Biuso. A congiungere empaticamente le quattro mani dei due cuochi alla cena organizzata dall’Associazione CHIC (Charming Italian Chef) nell’ambito di una rassegna che ha visto e vedrà avvicendarsi nelle cucine del ristorante Il Cappero alcuni dei nomi più prestigiosi della ristorazione nazionale, hanno contribuito le analoghe competenze professionali, l’affinità dei percorsi formativi e una innata e spiccata predisposizione alla buona cucina: più luminosa, estroversa e a tratti allegramente ridondante quella del resident chef; più introspettiva e radicale quella dello chef ospite. 

Due differenti approcci che sono riusciti però a conciliarsi in un percorso che, a differenza di analoghe esperienze a più mani spesso confuse e irrisolte, è risultato coerente e coinvolgente già dagli amuse-bouche - serviti come aperitivo in terrazza di fronte alla suggestiva sagoma dell’isola di Lipari - sino alla sequenza ragionata dei piatti a tavola. 

A partire dalle entrée, passando per primi e i secondi sino all’iconico dessert siciliano a base di ricotta isolana, a funzionare e appassionare sono state proprio le riuscite zoomate territoriali che hanno visto convivere felicemente la Ricciola, avocado, cipolla rossa, aglio nero e formaggio alle vinacce con la Terrina di coniglio, taccole, ciliegie e cavolo cappuccio agli antipasti; gli Anelletti con vongole veraci e fagioli Badda di Polizzi al profumo di rosmarino con il Riso Carnaroli Riserva San Massimo, prezzemolo, zieger (formaggio altoatesino a latte crudo) e cipollotti alla brace ai primi e il ludico Polpo murato alla suadente Pancia di pecora affumicata alle pigne di abete, salsa chimichurri, broccoli e rafano ai secondi, a dispetto di quanti ancora millantano le distanze geografiche come tratti identitari e non, quali in realtà sono, pregiudizi e paure di chi non sa spiccare il volo.

Gallery

In questa notizia

© Copyright 2019. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy