Chef

La caprese rivisitata: sensazioni forti e gusto nella cucina di Cannavacciuolo

La "caprese rivisitata" di Antonino Cannavacciuolo: viaggio alla riscoperta di un antico sapore.
La caprese rivisitata è uno spasso del gusto e del cervello perché il cliente si aspetta un normale piatto di mozzarella, pomodoro e basilico, mentre a tavola si ritrova una crema di pomodoro dolce, un gelato alla mozzarella e una granita di basilico. «Io voglio far lavorare il cuore e il cervello delle persone, non ho più la smania giovanile di sorprendere per forza. Prima mi arrovellavo per trovare quel sapore, piuttosto che quella sensazione; ora invece seguo l’istinto dell’ingrediente, la sua potenza nativa. Nella pasticceria per esempio mi piace rischiare e giocare, perché essa deve essere il fuoco d’artificio, la conclusione della festa». Dall’amouse-bouche al dolce, passando per le paste e i risotti, tra la carne di piccione e la trippa di capretto, a “Villa Crespi”, Lago d'Orta, è tutta una festa, ricca di colori profumi e sapori che in modo innovativo ricordano il passato. Antonino Cannavacciuolo è uno chef che prende energia dal sole e la trasforma in cucina d’autore. L'INDIRIZZO: Villa Crespi Via Fava, 18 28016 Orta San Giulio (NO) Tel. +39 0322911902 Fax +39 0322911919 www.villacrespi.it info@villacrespi.it

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy