Chef

Gualtiero Marchesi primo socio ad honorem

“Conoscevo già, in tempi non sospetti, la Franciacorta, ci ero venuto guidato da un amico per il satèn, che amo molto, restando a bocca aperta di fronte al paesaggio, dolce con un pizzico di malinconia come succede ai territori belli e fragili, frutto di un equilibrio “millesimato”. Poi, c’è stata l’avventura, complice Gianni Brera, con Vittorio Moretti, la nascita di un ristorante che mi ha fatto riscoprire il gusto della campagna”. Così Gualtiero Marchesi racconta della Franciacorta, dove ha aperto nel 1993, ad Erbusco, il suo Ristorante Gourmand nel Relais & Chateaux L’Albereta. E la Strada del Franciacorta....
“Conoscevo già, in tempi non sospetti, la Franciacorta, ci ero venuto guidato da un amico per il satèn, che amo molto, restando a bocca aperta di fronte al paesaggio, dolce con un pizzico di malinconia come succede ai territori belli e fragili, frutto di un equilibrio “millesimato”. Poi, c’è stata l’avventura, complice Gianni Brera, con Vittorio Moretti, la nascita di un ristorante che mi ha fatto riscoprire il gusto della campagna”. Così il maestro dell'alta cucina Gualtiero Marchesi racconta della Franciacorta, dove ha aperto nel 1993, ad Erbusco, il suo Ristorante Gourmand nel Relais & Chateaux L’Albereta. E la Strada del Franciacorta (associazione nata con lo scopo di promuovere e sviluppare le potenzialità turistiche, in particolar modo legate al turismo enogastronomico),- grata e consapevole di quanto la sua presenza abbia contribuito non solo a dar lustro alla Franciacorta, ma sia stata di grande esempio e stimolo per la ristorazione locale nel segno della qualità - lo ha nominato primo socio ad honorem, scegliendo come cornice dell’evento il ristorante Alla Scala Il Marchesino. Per festeggiare Gualtiero Marchesi la Strada del Franciacorta ha chiesto a Velasco Vitali di realizzare una scultura ispirata al Maestro, che gli è stata consegnata nel corso dell’evento. Intitolata “Sfogliare”, l’opera è una riflessione sull’incedere del tempo, il cui scorrere si riflette sulle metamorfosi della natura e dello sguardo che l’umanità poggia su di essa. Amicizia e stima reciproca segnano il rapporto tra Gualtiero Marchesi e Velasco Vitali. Nel 2004 Marchesi aveva realizzato il piatto “La vela” nel piatto dedicato al dipinto di Velasco “La vela”. “Sfogliare” verrà esposta nella grande mostra “Storiae d'Italia. Gualtiero Marchesi e la grande cucina italiana” allestita al Castello Sforzesco di Milano dal 17 aprile al 20 giugno. www.stradadelfranciacorta.it

In questa notizia