Evoluzione in AMPI al XXVII Simposio Tecnico

Progetti ambiziosi, nuovi accademici e la conferma della presidenza al Maestro Gino Fabbri.
La Scuola di cucina CAST Alimenti, ha ospitato il XXVII Simposio Tecnico Ampi, svoltosi a Brescia dal 10 al 13 marzo: tanti progetti prestigiosi, nuovi ingressi e importanti conferme ed un tema caratterizzante - le monoporzioni da credenza e le monoporzioni da forno innovative.

L'evoluzione costante è da sempre l'elemento chiave delle attività dell'Accademia: la giornata del 13 marzo è stata dedicata quindi agli esami di ammissione di due nuovi accademici - Debora Massari e Felice Venanzi. Sempre nella giornata conclusiva è stato dato spazio al rinnovo delle cariche istituzionali: l'Assemblea dei Maestri AMPI ha riconfermato la carica di Presidente al Maestro Gino Fabbri.

I Maestri AMPI hanno ascoltato le presentazioni tecniche delle creazioni e, dopo la degustazione, hanno eletto miglior dolce al piatto quello del Maestro Domenico Di Clemente, migliore monoporzione da credenza quella di Giovanni Cavalleri e migliore monoporzione da forno innovativa quella presentata da Fabrizio Galla.

Luigi Biasetto, ha presentato lo “Strudel Cup”, il primo Campionato Italiano dello strudel che vedrà il coinvolgimento di AMPI.  Francesco Briglia e Antonella Provetti hanno presentato la nuova edizione di World Pastry Stars, il cui
ideatore è il presidente Onorario di AMPI, il Maestro Iginio Massari.

Lorena Vaccari di Rainbow ha illustrato il progetto di collaborazione con AMPI: un contest che prevede la realizzazione della “Winx Birthday Cake” per celebrare i 15 anni dalla nascita dell'omonima serie televisiva a cartoni animati; alla miglior creazione una Masterclass con i Maestri AMPI in occasione della prossima edizione di Sweety Milano.

Nuove nomine
Debora Massari e Felice Venanzi hanno superato l’esame pratico e teorico riguardante le conoscenze tecniche della pasticceria e sono stati nominati Accademici AMPI.

DEBORA MASSARI
Descriva il suo dolce: "La Torta Incantesimo, riedizione della torta di mele, è un dolce elegante, semplice, contemporaneo e molto femminile, dal gusto delicato e morbido, ma ugualemente deciso e persistente. Alla base un fondo di pasta sablèe con confettura di lampone, una crema biancomangiare, mele con confettura di lampone sovrastate da un pan di spagna inzuppato con bagna al limone. Seguono una crema al limone con confettura di lampone e ancora una crema biancomangiare, il tutto ricoperto da glassa".   
                       
Descriva il suo pezzo artistico: "Il pezzo artistico è stato realizzato in isomalto, materia che lavoro da anni e di cui conosco approfonditamente le caratteristiche. La trasparenza dei colori esprime libertà e favorisce l'espressione della fantasia. Il tema, come per il dolce, sono le mele, frutto che rappresenta la seduzione dell'uomo, sublimata nella metaforica trasgressione della violenza fiabesca, rinvenendo nella favola di Biancaneve tratti biografici".

Cosa rappresenta l'ingresso in Ampi: "L’AMPI rappresenta, per me in particolare, il punto di arrivo di un primo percorso di studio e, al tempo, il punto di partenza di un cammino ancor piu’ impegnativo. Gli Accademici Ampi onorano la nostra Italia con i loro sforzi; rappresentano la parte piu’ sana del nostro paese, quella
costituita da imprenditori non macchiavellici, i quali non badano solo al personale profitto ma alla trasmissione e divulgazione di competenze e made in Italy".

Il futuro: "Solido ed in piena autonomia espressiva. Lavorerò per continuare la costruzione di un cammino personale in primis, poi di famiglia ed infine più prettamente aziendale".

FELICE VENANZI
Descriva il suo dolce: "E' un dolce al cioccolato con strati composti da pan di spagna basso al cioccolato fondente (caraibi 66%), crema di mascarpone e caffè, gelatina fresca di mandarino e ananas, base di croccantino, esterno di mousse al cioccolato fondente creata mixando due cru di diversa provenienza che conferiscono note aromatiche caratterizzanti e molto particolari".

Descriva il suo pezzo artistico: mi sono ispirato al Giappone, paese che amo: il bonsai è esempio di lunga vita e cura maniacale dei dettagli, una metafora che calza a pennello con quello che deve essere l'approccio per fare al meglio la mia professione.

Cosa rappresenta l'ingresso in Ampi: "Da quando ho iniziato l'attività ho sempre nutrito l'ambizione di entrare in Ampi. Sono profondamente orgoglioso di essere, a 25 anni dalla fondazione, la prima pasticceria di Roma ad entrare in Accademia. E' uno stimolo a fare sempre meglio e a continuare il nostro percorso di crescita, mio e di mia moglie Marta Boccanegra che dirige con me la Pasticceria Gruè".

Il futuro: "Nel breve periodo, la crescita dell'attività con l'apertura di nuovi punti vendita; il sogno nel cassetto, nel medio periodo, partecipare ad un concorso, non so ancora quale..."



© Copyright 2019. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy