Appuntamenti

Corsi di cucina di Fondazione Bertini: dare al disagio un senso per il futuro

Corsi di cucina di Fondazione Bertini per offrire ai giovani con disagio un'opportunità a livello di socializzazione e di acquisizione di competenze potenzialmente spendibili sul mercato del lavoro.
From Head To Hands (H2H), percorsi di transizione al lavoro, è il primo progetto "operativo" promosso da Fondazione Bertini, cuore della attività e segno distintivo della mission che la caratterizza: l'integrazione sociale e lavorativa di persone con storie di disagio psichico. Nel 2012, oltre ai consolidati corsi di web computing, è stato promosso un corso base di cucina nato, innanzitutto, dalla convinzione che l’esperienza all’interno di una cucina possa offrire ai giovani con disagio grandi opportunità a livello di socializzazione e di acquisizione di competenze potenzialmente spendibili sul mercato del lavoro. Ciò è stato possibile grazie alla donazione, di una cucina professionale completamente attrezzata, da parte di Inoxpiù e dal rapporto che lega Fondazione Bertini a ItaliaSquisita rivista di riferimento dell’alta ristorazione italiana. Grazie al supporto di ItaliaSquisita, il corso ha potuto contare sulla partecipazione di tre grandi nomi della ristorazione: la prima a incontrare i ragazzi è stata Gianina Nemtanu (maitre sommelier del ristorante Tano Passami L'Olio a Milano, 1 stella Michelin), seguita da Matias Perdomo (chef de Al Pont de Ferr a Milano, 1 stella Michelin) e dulcis in fundo da Aimo Moroni, illustrissimo chef de Il Luogo di Aimo e Nadia a Milano, 2 stelle Michelin. I tre esperti hanno accettato con entusiasmo di partecipare al corso, dimostrando passione e interesse per il progetto. Per i ragazzi avere la possibilità di confrontarsi con professionisti affermati, di ascoltare le loro esperienze e di poter fare domande è stato non solo istruttivo e arricchente ma anche particolarmente emozionante. Il corso si è svolto a Milano, nella cucina professionale allestita nell’ex-oratorio di Via Caroli, struttura dismessa che è stata affidata a Fondazione Bertini dalla Curia di Milano allo scopo di restituirla alla città in una prospettiva di solidarietà sociale  e ha avuto come protagonisti giovani con disagio psichico e di differente natura (minori non accompagnati o con problemi giudiziari, rifugiati politici, giovani appartenenti ai progetti Emergenza Nord Africa).17 i giovani under 35 provenienti da 10 Paesi (Italia, Egitto, Romania, Eritrea, Cina, Perù, Togo, Guinea, Costa d’avorio e Burkina Faso) che hanno seguito con impegno e dedizione le direttive del formatore Riccardo Milani. Inoltre, due dei ragazzi più motivati, sono stati i protagonisti di un eccezionale evento a Borgo San Felice nel Chianti (il Borgo è di proprietà del Gruppo Allianz che con la Sua Fondazione UMANA MENTE aiuta ragazzi con disagio a trovare una strada nel mondo del lavoro e collabora su alcuni progetti con Fondazione Bertini); per una sera hanno lavorato in cucina con 4 chef stellati (Francesco Bracali, Vito Mollica, Valeria Piccini e Gaetano Trovato) per la preparazione di una magnifica cena (LEGGI). Gli ottimi risultati conseguiti con la prima edizione hanno portato Fondazione Bertini a programmare un nuovo “Corso di cucina base” che è iniziato il 15 ottobre e che vede coinvolti oltre 30 studenti. Anche quest’anno è prevista la partecipazione di chef affermati che siamo certi riusciranno a trasmettere a questi ragazzi la passione per un lavoro impegnativo ma pieno di creatività e soddisfazioni. Seguiteci su: www.fondazionebertini.it
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy