Appuntamenti

Concorso di cucina per la ristorazione italiana di domani

Il 25 febbraio 2012 si inaugura la sesta edizione del “Gran Trofeo d’Oro della Ristorazione Italiana”. In questa tre giorni di gara si sfideranno ai fornelli i “ristoratori di domani” valorizzando i prodotti tipici dei relativi territori.
Dal 25 al 28 febbraio 2012, il Centro Fiera del Garda di Brescia ospiterà il “Gran Trofeo d’Oro della Ristorazione Italiana”: concorso internazionale - organizzato dalla Provincia di Brescia in collaborazione con le scuole di cucina fondate da Iginio Massari e Gualtiero Marchesi - che quest’anno vedrà sfidarsi ai fornelli 13 province italiane e 5 Paesi europei. Una manifestazione interamente dedicata all’enogastronomia e ai prodotti tipici del nostro Paese che da sei anni si propone come appuntamento fisso per il presente e il futuro della ristorazione italiana. A valutare l’operato delle 30 squadre in gara ci sarà quest’anno una giuria d’eccezione, a partire dal presidente: il maestro pasticciere Iginio Massari. Accanto a lui, siederanno Fabio Campoli, Luca Gardini, sommelier di fama internazionale, Paolo Massobrio, giornalista enogastronomico e presidente del Club Papillon e tanti altri esperti della ristorazione italiana. Il giovani che rappresentano il futuro della ristorazione italiana saranno ai fornelli e in sala a preparare e servire i menu. A rappresentare le rispettive province e Paesi europei arriveranno a Brescia gli studenti di 25 scuole alberghiere italiane e 5 europee: Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Veneto, Albania, Cipro, Croazia, Malta e Olanda. In totale, 150 ragazzi e 60 docenti che nella 3 giorni di gara dovranno sfidarsi in varie prove e valorizzare le tradizioni, la cultura e i prodotti tipici del territorio d’origine per regalare alla propria provincia il prestigioso Gran Trofeo d’Oro. Protagonisti assoluti del concorso saranno i prodotti tipici: ci saranno gli ingredienti d’eccellenza del territorio bresciano -promotore dell’iniziativa - e le tradizioni enogastronomiche delle varie province d’Italia e dei Paesi europei che dovranno contaminarsi a vicenda in nome della dieta mediterranea e dei principi base per una sana e corretta alimentazione promossi dall’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione), che quest’anno patrocina il concorso, anzi i concorsi... Vediamo allora le diverse gare del Gran Trofeo D’Oro della ristorazione italiana.
  • Concorso internazionale di cucina
Tre allievi cuochi dovranno preparare un menu che corrisponda ai canoni suggeriti dalla dieta mediterranea e ad una sana e corretta alimentazione. I concorrenti dovranno saper commentare adeguatamente il menu, l’equilibrio alimentare, la combinazione dei nutrienti e la salubrità.
  • Concorso internazionale di servizio di sala
Due allievi di sala dovranno: effettuare la mise en place di una tavola rotonda per il servizio di un menu completo con centrotavola; effettuare la “presa di una comanda” esaminati da giudici esperti; servire il menu preparato dai loro colleghi di cucina al tavolo della giuria.
  • Concorso internazionale di servizio del formaggio
La prova consiste nel saper presentare al meglio i formaggi lombardi, con particolare riferimento ai formaggi di montagna e al contesto territoriale dove sono prodotti. Esaminati da un maestro del taglio del formaggio e da un nutrizionista, i concorrenti dovranno descrivere nel miglior modo possibile un formaggio estratto a sorte, scegliere il coltello adeguato, tagliarne 3 porzioni e adagiarle su un piatto di servizio.
  • Concorso internazionale di sommellerie
Esaminati da esperti e da sommelier e da un nutrizionista , gli allievi dovranno presentare una bottiglia di vino bresciano estratto a sorte, aprirla, servirla nel bicchiere più adatto e motivarne la scelta. I concorrenti dovranno saper rispondere sulle caratteristiche nutrizionali del prodotto.
  • Concorso internazionale “Ambasciatori del territorio bresciano”
Ai concorrenti di cucina sarà chiesto di effettuare questa prova suggerendo un’ipotesi di percorso enogastronomico/turistico-culturale attraverso la provincia di Brescia; al contempo i giurati stessi potranno chiedere un suggerimento su cosa visitare, cosa acquistare, che prodotti e quali proposte enogastronomiche degustare.
  • Concorso “I corti del Gran trofeo”
Le squadre dovranno presentare una ricerca relativa alla Dieta Mediterranea ed al loro territorio, focalizzando l’attenzione sul concetto di Dieta Mediterranea intesa come: insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni; interazione sociale, poiché il pasto in comune è alla base dei costumi sociali del vivere quotidiano e delle festività; rispetto per il territorio e la biodiversità. La ricerca dovrà essere presentata tramite un video della durata di 5 minuti.
  • Concorso “A tavola nelle province italiane”
Alle scuole è richiesto di allestire un “tavolo del territorio”, durante il giorno di pausa dalle prove. Il tavolo dovrà essere una presentazione di prodotti tipici che raccontino la ricchezza del proprio territorio di provenienza ponendo l’accento sulla Dieta Mediterranea. Calendario completo della tre giorni di gara (26, 27 e 28 febbraio) e altre info su: www.grantrofeodoro2012.it
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy