Comte de Montaigne

Comte de Montaigne, l'autentico Champagne dell'Aube, svela la vera storia del principe delle bollicine: dalle crociate del XIII sec. al primo ceppo Chardonnay.
Lo Champagne ha radici lontane che risalgono alle Crociate del XIII secolo. Al ritorno dalla Terra Santa, Comte de Champagne passò da Cipro e da qui importò un ceppo di Chardonnay che poi fu trapiantato nell’Aube, nella Côte des Bar. Nonostante sia la zona della Marne a rivendicarne la paternità, è proprio qui in realtà si può riscontrare la genesi di uno dei capisaldi dell’enogastronomia francese.
E’ in quel periodo che inizia la storia di Comte de Montaigne, una Maison che crede molto nelle potenzialità del suo terroir, caratterizzato da un microclima tanto temperato quanto oceanico; la limitata esposizione al sole il terreno gessoso assumono una funzione termoregolatrice e protettiva delle radici del vigneto. 


Ma Comte de Montaigne non è solo storia e tradizione. Il brand scommette molto su innovazione e futuro, facendo dell’eco-sostenibilità uno stile di vita alla base della filosofia della Maison.

Il disciplinare dello Champagne include fino a un massimo di tre trattamenti annuali della vigna, che però non vengono mai effettuati in via preventiva da Comte de Montaigne, ma solo per reali necessità. 
O per esempio, ancora, la lotta al gelo viene fatta principalmente con l’acqua, evitando di usare il gas per ridurre le emissioni di CO2.

Gallery

© Copyright 2019. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy