Appuntamenti

Cent’anni di Pellegrino Artusi

L’anno del 150° anniversario dell’unificazione d’Italia coincide con il centenario della morte dell’unificatore dell’Italia a tavola
Non affrettiamoci a “rivisitarlo”, deprecabile esercizio che solitamente nasconde l’incapacità di confrontarsi con la personalità altrui. Proviamo a prenderlo alla lettera, scopriremo che, in molti casi, funziona ancora” . (Massimo Montanari, 2010) Nel centenario della morte di Pellegrino Artusi (ecco la sua vita misteriosa), autore di “La Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, Forlimpopoli (Fc), sua città natale, promuove assieme a Firenze, città di adozione, e a tanti altri Enti che compongono il Comitato delle Celebrazioni un ricco calendario di iniziative, per onorarne la figura, durante tutto il 2011. Fra le altre un convegno di studi artusiani nelle due città care all’autore del “risorgimento gastronomico italiano”, una cena artusiana in contemporanea in diverse città italiane nel giorno dell’Unità d’Italia (17 marzo), uno spettacolo teatrale, una mostra, un video, un concorso nazionale di cucina. Le celebrazioni rappresentano una speciale occasione per rilanciare l’interesse attorno a una figura chiave per l’unificazione, non solo gastronomica, ma anche linguistica, nel suo riuscito tentativo di tradurre nel ricettario termini dialettali e regionali. La prima iniziativa nel calendario delle celebrazioni del centenario di Pellegrino Artusi coincide proprio con i festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il 17 marzo prossimo. Nel giorno in cui tutta la Penisola saluterà l’unificazione dello Stivale, un posto d’onore sarà riservato all’unificatore della sua cucina. Prima del Convegno di studi che avrà luogo dal 30 marzo al 2 aprile, infatti, ci sarà una grande anteprima nazionale, ovvero una cena artusiana in contemporanea in diverse città italiane nel giorno dell’Unità d’Italia, promosso dall’ordine professionale dei maestri di cucina ed executive chef (aderente alla Federazione Italiana Cuochi, FIC) in collaborazione con il Comitato delle celebrazioni artusiane, che coinvolge Scuole Alberghiere, Istituti di ristorazione, cuochi. Ricchissimo il programma che contempla diverse serate in tante città d’Italia, e che vedrà all’opera qualificati maestri di cucina alle prese con ricette tratte dal manuale artusiano, realizzate con prodotti locali e nell’ambito delle tradizioni territoriali. Le celebrazioni del centenario di Pellegrino Artusi cominciano ufficialmente il 30 marzo a Firenze con un convegno di studi “ARTUSI100 - Il secolo artusiano” che si svolgerà in quattro sessioni, le prime due a Firenze (30-31 marzo) e poi altre due a Forlimpopoli (1-2 aprile). I due Comuni coinvolti celebreranno la vita e gli insegnamenti di Pellegrino Artusi per un anno intero, fino al 28 febbraio 2012, per un calendario ricco di eventi che verrà aggiornato sul relativo sito, per diffondere al meglio tutte le informazioni del centenario. La prima tappa del Convegno di studi si terrà a Palazzo Vecchio: a sottolineare la grandezza e l’attualità dell’opera e del suo autore, ci penseranno i massimi esperti di storia e cultura dell’alimentazione e linguisti italiani - per citarne alcuni, Massimo Montanari, Alberto Capatti, Gian Luigi Beccaria, Giovanna Frosini, Angelo Varni, Piero Meldini, Giuseppe Polimeni - con l’aggiunta di uno dei più celebri chef del mondo, Massimo Bottura (Osteria Francescana, Modena) che affronterà la cucina artusiana oggi. Per maggiori informazioni sulle varie iniziative rivolgetevi a: info@pellegrinoartusi.it

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy