Ristoranti

"Carpe diem": una cena autunnale da Antonino Cannavacciuolo

Il pluripremiato chef Michelin del Villa Crespi non finisce mai di stupire per la sua creatività. Idee per i regali di Natale? L’orsetto di peluche Antonino. A cura di Fiorella Baserga.

Appena arrivata a Villa Crespi, regno dello chef Antonino Cannavacciuolo, lo stile arabeggiante della villa mi accoglie in tutto il suo splendore, anche se a causa della pioggia non ho potuto ammirare i fantastici giardini.
L’accoglienza dello chef e del suo staff rendono sin da subito la cena
un’ esperienza divina per lo spirito e il palato. Nel menu carpe diem la stagionalità degli ingredienti è predominante, ma non la territorialità perché lo chef ama mescolare ingredienti che provengono da luoghi diversi.

Una cena prelibata che stimola e unisce tutti e cinque sensi con: scampo alla pizzaiola; crema di caldarroste, baccalà, croccante di porri; il Plin alla Genovese, carne di fassone Piemontese, cremoso al parmigiano. E per chiudere  in dolcezza una gustosissima Passeggiata nel bosco.

L’ultima sorpresa della serata che ci fa tornare per un attimo bambini è la presentazione del peluche di Antonino Cannavacciuolo. L'orsetto è realizzato artigianalmente in materiali al 100% naturali, come pure l'imbottitura. I suoi vestiti sono fatti sartorialmente in tessuti pregiati da Loro Piana, uguali a quelli che indossa realmente lo Chef di Cucine da Incubo. Gli orsetti in due misure (il grande dal  costo di €189 e il piccolo €30) sono acquistabili solo a Villa Crespi. Un’ottima idea per i regali di Natale anche per i piccoli  gourmet!

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy