A tavola con le stelle del Lazio

Grazie all’iniziativa sviluppata da Regione Lazio, i 23 chef stellati che operano nel territorio diventano portavoce dell’eccellenza enogastronomica laziale.
Territorio che vanta attrattività turistica ed elevato patrimonio storico, artistico e culturale, il Lazio è anche una tra le regioni che conta produzioni enogastronomiche tra le più importanti d’Italia.  Non è un caso che Roma sia la città italiana con il più alto numero di chef stellati, mentre l’intera regione ne annovera 23.

Per promuovere le eccellenze del panorama culinario romano e laziale all’interno di una vetrina d’eccezione come Expo 2015, Regione Lazio ha sviluppato il progetto “A tavola con le stelle del Lazio”, coinvolgendo direttamente l’intera schiera degli chef stellati della regione. “Un altro importante progetto - spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - che la Regione Lazio ha voluto inserire nel largo ventaglio di eventi e iniziative organizzati in occasione di Expo 2015. Abbiamo voluto porre l’accento sull’importanza del ricco patrimonio enogastronomico del Lazio come strumento eccezionale di promozione del nostro territorio. Cibo e vino rappresentano una ricchezza che vogliamo valorizzare in modo nuovo, anche con l’ausilio di chi proprio con i prodotti enogastronomici esprime la propria creatività. L’adesione di tanti chef stellati di livello mondiale all’iniziativa lanciata per Expo è quindi una grandissima occasione che servirà a far conoscere, riscoprire ed apprezzare ancora di più piatti e vini dell’enogastronomia laziale”.

Dal guru tedesco di fama mondiale Heinz Beck ai Fratelli Serva, tra i pochi in Europa a proporre un intero menù a base di pesce d’acqua dolce: ogni singolo chef è stato chiamato a realizzare un piatto basato su una o più produzioni enogastronomiche del Lazio, attingendo alla propria esperienza personale e ricercando il giusto punto di equilibrio tra tradizione e innovazione, tra territorio e selezione delle materie prime. Gli ingredienti utilizzati rientrano nel paniere dei 100 prodotti che fin dalla fase iniziale del percorso di Expo sono stati individuati per rappresentare l’eccellenza della cucina romana e laziale; la regione offre infatti un elevato numero di prodotti a marchio europeo DOP/IGP, rispettivamente 15 e 11, a cui si aggiungono 3 vini DOCG, 27 DOC, 6 IGT e 386 PAT (prodotti agroalimentari tradizionali).

Durante le serate, che prenderanno il via il 21 settembre per chiudersi in concomitanza con la fine della kermesse, due chef stellati animeranno uno showcooking a 4 mani cucinando un menù a base di prodotti del territorio, in modo da offrire una testimonianza concreta del loro impegno a favore della valorizzazione del patrimonio enogastronomico laziale. Gli chef coinvolti in questa iniziativa sono: Sandro e Maurizio Serva, Gianfranco Pascucci, Fabio Ciervo, Andrea Fusco, Francesco Apreda, Roy Caceres, Salvatore Tassa, Iside De Cesare, Anthony Genovese e Daniele Usai.

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy