Homepage

Vini italiani? “Una”, la bottiglia per l’Unità d’Italia!

La Bottiglia dell’Unità d’Italia: racchiude simbolicamente tutte le regioni italiane, vitigno per vitigno...
UNA”, la Bottiglia celebrativa dei 150 anni dell’Unità d’Italia, ideata da Veronafiere-Vinitaly, è stata consegnata ieri a New York al Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano. Ettore Riello, Giovanni Mantovani e Nicola Moscardo, presidente, direttore generale e consigliere di amministrazione di Veronafiere, hanno omaggiato il Capo dello Stato con la Bottiglia numero uno. Seguiranno le presentazioni e le occasioni di visibilità offerte dal Vinitaly 2011 in programma a Verona dal 7 all’11 aprile. La Bottiglia celebrativa dei 150 anni è a tiratura limitata, fuori commercio e racchiude un alto valore simbolico: si propone infatti come strumento di promozione e valorizzazione delle peculiarità della vitivinicoltura italiana, nelle sue numerose sfumature derivanti dall’incredibile varietà di vitigni presenti sul nostro territorio. Il contenuto delle bottiglie - appositamente ideate e disegnate da Aldo Cibic e Riccardo Facci - nasce dall’unione di quaranta vitigni autoctoni (venti a bacca bianca e venti a bacca rossa) per realizzare il “Vino Rosso d’Italia” e il Vino Bianco d’Italia” intesi come summa delle 20 regioni del Bel Paese, e che rappresenteranno emblematicamente la ricorrenza dei 150 anni dell'Unità d'Italia anche all’estero. Per la creazione dei blend è stata coinvolta Assoenologi, mentre i vitigni autoctoni e i relativi vini sono stati specificatamente scelti dai 20 Assessori regionali. «Il progetto de “La Bottiglia dell'Unità d'Italia”, lanciato durante lo scorso Vinitaly proprio alla presenza del Presidente della Repubblica in visita alla nostra manifestazione, trova qui a New York un importante momento di celebrazione - ha sottolineato ieri il Presidente di Veronafiere, Ettore Riello, che ha consegnato “UNA” a Giorgio Napolitano. Questi le scelte degli Assessorati all’Agricoltura delle Regioni italiane: Le 20 uve di vitigni autoctoni a bacca rossa che hanno dato origine al “Vino Rosso d’Italia” Regione Valle d’Aosta: vitigno Petit rouge Regione Piemonte: vitigno Barbera Regione Lombardia: vitigno Croatina Regione Liguria: vitigno Rossese di Dolceacqua Regione Veneto: vitigno Raboso Regione Trentino Alto Adige: vitigno Teroldego Regione Friuli Venezia Giulia: vitigno Refosco dal peduncolo rosso Regione Emilia Romagna: vitigno Sangiovese Regione Toscana: vitigno Sangiovese Regione Lazio: vitigno Cesanese di Affile Regione Umbria: vitigno Sagrantino Regione Marche: vitigno Lacrima Regione Abruzzo: vitigno Montepulciano Regione Molise: vitigno Tintilia Regione Puglia: vitigno Negroamaro Regione Campania: vitigno Aglianico Regione Basilicata: vitigno Aglianico del Vulture Regione Calabria: vitigno Gaglioppo Regione Sicilia: vitigno Nero d’Avola Regione Sardegna: vitigno Carignano Le 20 uve di vitigni autoctoni a bacca bianca che hanno dato origine al “Vino Bianco d’Italia” Regione Valle d’Aosta: vitigno Priè blanc Regione Piemonte: vitigno Cortese Regione Liguria: vitigno Vermentino Regione Lombardia: vitigno Trebbiano di Lugana Regione Veneto: vitigno Garganega Regione Trentino Alto Adige: vitigno Weissburgunder Regione Friuli Venezia Giulia: vitigno Friulano Regione Emilia Romagna: vitigno Pignoletto Regione Toscana. vitigno Vernaccia di San Gimignano Regione Umbria: vitigno Grechetto Regione Lazio: vitigno Malvasia Regione Marche: vitigno Verdicchio Regione Abruzzo: vitigno Trebbiano Regione Molise: vitigno Falanghina Regione Puglia: vitigno Fiano Regione Campania: vitigno Fiano Regione Basilicata: vitigno Greco Regione Calabria: vitigno Greco bianco Regione Sicilia: vitigno Grillo Regione Sardegna: vitigno Vermentino
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy