Homepage

Vini friulani: dal Tocai Friulano al vino Friulano Doc

Da Tocai Friulano a vino Friulano: secco, fruttato, dal sapore di mandorla, cambia il nome ma non l'essenza di una Doc simbolo tra i vini friulani.
Il vino Friulano, ex Tocai friulano, è un vino secco, fruttato, dal finale in bocca di mandorla gentile, colore giallo paglierino e profumo intenso. Un vino autoctono tra i più pregiati d'Italia che nasce in una regione in cui terra e clima sono l'ideale per la coltivazione della vite. Parlando del vino Friulano, in origine Tocai friulano, il suo nome è stato modificato nel 2007 in “vino Friulano” a conclusione di un contenzioso con la Comunità Europea durato oltre tredici anni, a causa della denominazione ritenuta troppo simile a quella dell'ungherese Tokaj. Tra i vini friulani, è una viticoltura con radici millenarie, un'offerta enologica forte di tecnologie all'avanguardia e tecnici di prim'ordine, portano il vino simbolo del Friuli Venezia Giulia, il vino Friulano a occupare un posto da protagonista nel panorama dei grandi vini. Tutto ha inizio a Rauscedo (PN), un paesino dell'entroterra friulano riconosciuto come la capitale mondiale della produzione ed esportazione di barbatelle ottenute dall'innesto di vite americana con la vite europea. Ogni segmento della filiera produttiva, dalla coltivazione in vigneto alla raccolta e vinificazione delle uve, si compie in Friuli: il risultato è il bianco Friulano, un vino elegante, ricco di struttura e dall'ampio bouquet che unisce armoniosamente le note vegetali del fieno, dei fiori di campo, del timo e della camomilla a quelle vinose e minerali. Delicato e vellutato, lo si sorseggia per il piacere di cogliere ogni volta una sfumatura diversa. Il vino Friulano non ama invecchiare. Le versioni fresche sono pronte da assaporare già nell’anno successivo alla vendemmia, grazie alla capacità di mantenere integre le sensazioni dell’uva pienamente matura. La sua gradazione alcolica non deve superare i 12,5° alcol metrici e va servito ad una temperatura ottimale di 10-12°C. Perfetto come aperitivo, è un vino adatto per tutte le occasioni: ottimo con gli antipasti, delicato sul pesce e accompagnato alle carni bianche, esprime quell’acidità perfetta per cui si abbina splendidamente anche a piatti ambiziosi della cucina internazionale come il sushi e la tempura. I vini friulani, che meravigli adella natura! Articolo scritto da Alice Bresolin
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy