Homepage

Viaggio nei templi gastronomici della Versilia

Un viaggio tra i luoghi gourmet di Lucca, Viareggio e di tutta la Versilia, tra nuove tendenze, templi della tradizione e produttori d’ingredienti unici. Le parole e gli scatti d’autore di Lido Vannucchi.

Fotografo, gaudente viaggiatore, amante della ristorazione storica in Toscana e in tutta Italia, Lido Vannucchi macina chilometri per immortalare cuochi, ristoranti, produttori e allevatori, donne meravigliose in sala e particolari unici nell’universo dell’eccellenza culinaria. Per ItaliaSquisita ha creato un itinerario del gusto molto suggestivo, attraverso foto più uniche che rare e consigli d’autore sui migliori “luoghi del gusto” tra Lucca, Viareggio, Forte dei Marmi e nella Versilia toscana…il prequel del viaggio lo potete leggere qui!

 

Salendo in collina sopra Lucca, arriviamo a Capannori e Gragnano, trovando il ristorante Serendepico. Lo chef Oscar Severino assieme al patron Alessandro Ciomei del Relais del Lago gestiscono questo splendido luogo del cibo, una cucina di territorio sicuramente rivisitata da una mano leggera e precisa, grande pane, ottimi dolci. Una visuale, un contesto geografico unico, un laghetto con carpe enormi, dove nella bella stagione in una casetta uscita da una favola di Andersen, possiamo cenare rigorosamente in due a lume di candela. Fra i fornitori ritroviamo il nostro simpatico macellaio Masoni, che nelle serate settembrine si esibisce assieme allo chef Oscar, in leggendarie grigliate. Il pesce è quello di Moreno il pescatore retinaio della cooperativa viareggina che offre sicuramente uno dei migliori pesci acquistabili a Viareggio.

(Via Chiesa di Gragnano, 55010 Capannori. Tel. +39 0583975026, www.relaisdellago.com)

 

 

Nico Bio, a Saltocchio nella piana lucchese, ha edificato un’azienda agricola e un agriturismo davvero interessanti: orto come scelta di vita, verdura come una volta, frutto di agricoltura biodinamica, selezione di antichi sementi, vecchie usanze e una cornucopia di altre preziosi pensieri danno vita a ingredienti dai netti sapori. Il pesce, quello dei retinai e dei pescatori amici viareggini.

(Località Gello di Sopra 119, 55041 Orbicciano Camaiore. Tel. +39 0584971993, www.nicobio.it)

 

 

Il grande chef Angelo Paracucchi ha avuto molti allievi, ma uno di questi sicuramente ha attinto a piene mani ed è lo chef Maurizio Marsili, della “Locanda Vigna Ilaria” a Lucca che fa coppia con l’oste Andrea Maggi, con esperienza e parlantina da vendere. Andrea sa scegliere i propri compagni di viaggio: gli ottimi fornitori dai quali acquista i pesci più freschi che il pescato giornaliero offre: molte varietà di pesci - se ne contano più di trenta - ognuno di essi assurge alla propria dignità. L’insalata mista raccolta dalla signora Lia, ogni giorno, vale da sola il viaggio. Le acciughe sono uniche, i ricordi dei piatti della “Locanda Dell’Angelo”, una cantina variegata, una location tipicamente toscana, fanno di questo luogo un gradevole indirizzo gourmet.

(Traversa IV Via della Pieve Santo Stefano, 55100 Lucca. Tel. +39 0583332091, www.locandavignailaria.it)

 

 

Giovane giovanissimo, altro grande chef, Valentino Cassanelli è il concettuale chef del “Lux Lucis”, il ristorante dell’albergo Principe di Forte dei Marmi. Allievo di Carlo Cracco, una capanna di capelli ricci e un’esplosione di sapore nel piatto, ingredienti importanti, a volte rari, sapientemente mischiati a prodotti del territorio, mano sicura e testa pensante fanno ben sperare per il futuro di questo giovane ragazzo. In sala il sommelier di razza Sokol Ndreko conosce le maturazioni del vino, quelle in vigna, quelle in cantina, ma soprattutto quelle in bottiglia.

(Viale Amm. Morin 67, 55042 Forte dei Marmi. Tel : +39 0584783636, www.principefortedeimarmi.it)

 

 

Il pranzo della domenica invece, una delle grandi tradizioni Italiane che riuniva la famiglia in casa o al ristorante, si è riaccesa a “Il Merlo” di Camaiore. Angelo Torcigliani sa toccare i reconditi ricordi dell’anima. Passare tre ore in questo delizioso ristorante è un piacere profondo, intimo, quasi carnale, in questo locale si pratica una cucina classica di grandi materie prime, con alcuni piatti che si possono definire di taglio tosco-emiliano che sapranno conquistare i palati più esigenti. Una cantina degna di tale parola, che si distingue con ottime annate e selezione di grandi bottiglie.

(Via Provinciale 45, 55041 Camaiore. Tel. +39 0584989069, www.ilmerlocamaiore.it)

 

Leggi l’intero itinerario sul #18 di ItaliaSquisita!

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy