Appuntamenti

Sinfonia di Sapori: serata di beneficenza firmata Marchesi

L’8 luglio 2012, all’anteprima Sinfonia di Sapori del 54° Festival violinistico internazionale Estate Musicale del Garda, Gualtiero Marchesi cucinerà per una serata di beneficenza.
Chiunque abbia conosciuto il maestro Gualtiero Marchesi, sa bene che il suo sentimento per la cucina corre di pari passo con quello per la musica, principalmente per motivi affettivo-familiari. Due forti passioni che convoglieranno in una serata di beneficenza organizzata dalla Fondazione Gualtiero Marchesi, per raccogliere fondi e ricostruire la Scuola primaria di Poggio Rusco, colpita dal terremoto. All’anteprima Sinfonia di Sapori del 54° Festival violinistico internazionale Estate Musicale del Garda, insieme a Gualtiero Marchesi che presenterà un primo piatto inedito, Riso alle erbe fini, fagioli e gamberi di fiume, ispirato al pentagramma e al lago, si esibirà in un concerto il Trio Dandolo, formato da tre nipoti del maestro: Guglielmo al violino, Bartolomeo al violoncello e Lucrezia, pianista. Il concerto si terrà nella Sala dei Provveditori, a partire dalle 19.30 e sarà proiettato su un megaschermo allestito in piazza Vittoria, a Salò. Alle 21.30, nell’Antica Cascina San Zago, in via del Colli 13, sempre a Salò, verrà servita la cena, inaugurata con il primo piatto di Gualtiero Marchesi; a completare il menu ci penserà Carlo Bresciani, proprietario e cuoco della Cascina San Zago con la partecipazione del pasticciere bresciano Iginio Massari. Per partecipare alla concerto e alla cena di beneficenza bisogna versare un contributo minimo di 100 euro, specificando i dati personali e il proprio codice fiscale, attraverso un bonifico intestato a Ass. Avvocati Salò Calcio Onlus, Banca La Valsabbina ag. di Salò, Iban IT21 P051 1655 1800 0000 0025 534. La casuale per il bonifico è la seguente: erogazione liberale per la ricostruzione della Scuola Primaria di Poggio Rusco. È anche possibile, partecipare all’evento dell’8 luglio versando la somma minima di 100 euro negli uffici dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Salò, non godendo però dei benefici fiscali previsti per le donazioni alle Onlus.

In questa notizia