Prodotti di qualità

Senape selvatica e carciofini: due consigli da Spirito Contadino

Senape selvatica e carciofini: Spirito Contadino ci invita a cucinare con qualità con queste verdure di stagione.

Ogni stagione ha le sue verdure ed è importante tornare a rispettare il ciclo della natura. In questo periodo fra erbe selvatiche e ortaggi estivi c’è solo l’imbarazzo della scelta. Spirito Contadino propone due prodotti ricchi di proprietà, che arricchiscono sia le ricette sia il nostro corpo.

 

SENAPE SELVATICA DI CAMPO (Sinapis Arvensis)
La senape selvatica di campo è un’erba spontanea, appartenente alla famiglia delle Brassicacee,  conosciuta già dall’epoca dei Romani che la apprezzavano sia per le caratteristiche gastronomiche e sia per quelle medicamentose.
La senape selvatica di campo contiene vitamina B, vitamina C , proteine e sali minerali.
Ha molteplici proprietà benefiche per la nostra salute, tra le quali è indicata in caso di reumatismi, dolori muscolari, affezioni delle vie respiratorie e stimola la circolazione sanguigna.
La senape selvatica di campo può essere utilizzata per innumerevoli preparazioni, in teglia, in padella, gratinata, nella zuppa, in brodo, per preparare frittate, timballi, polpette, crepes, ravioli, torte salate. In passato veniva utilizzata dai contadini con il pane raffermo e altre verdure spontanee nella preparazione del noto antico piatto “Pancotto”.

 

SPICCHI DI CARCIOFINI (Cynara cardunculus var. scolymus)
Il carciofino è un ortaggio tipico del mediterraneo, maggiore coltivazione in Puglia, di alto valore nutritivo, ha un apporto calorico basso ed un enorme contenuto di ferro. Contiene sodio, potassio, calcio, fosforo, vitamine (A, B1, B2, C, PP), acido malico, acido citrico, tannini e zuccheri consentiti anche ai diabetici. Grazie alla cinarina, principio attivo contenuto nelle foglie e nel succo della pianta, di sapore amaro, favorisce la diuresi e la secrezione biliare; grazie alla cinaropricina fortifica il cuore e, per la presenza di composti vitaminici, riduce la permeabilità e la fragilità dei vasi capillari. Abbassa il tasso di colesterolo e trigliceridi nel sangue, migliora la funzionalità epatica e dona tonicità alla pelle devitalizzata. Con gli spicchi di carciofini si possono preparare ottimi antipasti, primi, secondi e contorni, pizze ed insalate.

 

 

Senape selvatica di campo spirito contadino, triglia leggermente affumicata con scaloppa di foie gras d’ anatra e salsa al moscato di Trani

Ingredienti per 10 persone:
500 g di senape selvatica di campo spirito contadino
10 scaloppe di foie gras d’anatra
10 filetti di triglia
olio extra vergine d’oliva.

 

Procedimento:
rinvenire le foglie di senape selvatica in acqua salata bollente per 2 minuti e passarle in acqua e ghiaccio; affumicare i filetti di triglie con legnetti di faggio e ciliegio, impiattare il tutto sovrapponendo tutti gli elementi.

 

 

Chips di spicchi di carciofini spirito contadino con coscetta di coniglio avvolta nella pancetta di martina franca e dolcemente arrostita.

Ingredienti per 10 persone:
30 spicchi di carciofi spirito contadino
10 coscette di coniglio disossate
30 fettine di pancetta affumicata
1 verza
2 patate
10 scalogni
foglie di timo fresco
1 l di vino verdeca.

 

Procedimento:
salare, pepare e farcire le coscette con un composto di patate e verze stufate, avvolgerle alla pancetta e legarle con uno spago preparare un fondo di olio extra vergine d’oliva, scalogno e timo fresco; rosolare le coscette e sfumare con vino verdeca. Cuocere a fuoco lento per un ora e lasciar raffreddare; preparare una pastella croccante con acqua gassata fredda, farina, poco zucchero e sale; immergere i carciofi nella pastella e friggerli in olio di semi di arachidi. Eliminare lo spago dalle coscette, impiattare con il suo fondo e adagiarle con le chips di carciofi.


In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy