Homepage

Sei Franciacorta al festival di Milano

I sei Franciacorta selezionati dal miglior sommelier d’Italia 2010, Nicola Bonera.
In seguito descrizione e analisi sensoriale delle sei etichette selezionate dal sommelier Nicola Bonera al Festival Franciacorta di Milano, rappresentative di sei nuove espressioni di Franciacorta. Franciacorta Satèn S.A. Tenuta Moraschi Chardonnay 100% - 50 mesi di lenta rifermentazione a contatto con i lieviti. Sorprendente la freschezza di un vino con un così lungo contatto con le fecce nobili e proveniente dai pendii a sud del Monte Orfano, classicamente votati alla ricchezza del frutto e alla percezione alcolica leggermente più in evidenza. Naso elegante e floreale, gusto morbido ma non dolce, con bella scia salina. Franciacorta brut Bio S.A. Fratus Chardonnay 70%, pinot nero 30%, proveniente unicamente dal millesimo 2007 - 24 mesi sui lieviti. Primo prodotto interamente proveniente da vigneti di proprietà certificati, a sud del Monte Orfano, condotti con agricoltura biologica. Viene attuata una doppia vendemmia per poter conservare, grazie alla prima selezione, un buon livello di acidità. Nessun particolare trattamento ha modificato la naturale propensione di queste uve che nel millesimo 2007 hanno concesso vini morbidi e molto fruttati. Fermentazione naturale che lascia una presenza discreta di zucchero d’uva. Vino molto ricco. Franciacorta brut Pas Operé S.A. Ca’ del Vent Chardonnay 85%, pinot nero 15%, proveniente unicamente dal millesimo 2008. Sboccatura novembre 2010, 20 mesi sui lieviti. La zona dei Campiani, nel comune di Cellatica, all’estremo est della denominazione, ha terreni più calcarei, molto poveri di ferro, le altitudini arrivano fino a 350 mslm. L’azienda ha deciso di vinificare questa selezione completamente in barriques e di non effettuare nessun tipo di aggiunta dopo la sboccatura, solo vino privo di zuccheri e liqueur d’expedition. Molto asciutto ma dal carattere tondo e pieno. Franciacorta Doppio Erre Di S.A. Derbusco Cives Chardonnay 100% - 36 mesi di contatto con i lieviti. Doppio Erre Di sta per Ritardato Degorgement Recentemente Degorgiato, ovvero messo in commercio su richiesta e degorgiato per la consegna. Malgrado i lunghi tempi di sosta a contatto con i lieviti il prodotto si mantiene sempre fresco. Vino dal carattere complesso con un giusto equilibrio di note fresche, floreali e fruttate, unitamente alle percezioni speziate, tostate ed evolute legate all’autolisi dei lieviti. Franciacorta brut S.A. Vignenote Chardonnay 90%, pinot nero 10% - Sboccatura marzo 2011 L’azienda è di nuova costituzione, ma con una lunga storia alle spalle con vigneti in grado di proporre elevata qualità e spazi ottimali per la vinificazione e per il lento evolversi dei Franciacorta. Il vino base sosta per 8 mesi prima della rifermentazione, in contenitori di acciaio e in legno. Vino fine, fresco, dal carattere già pronto ed equilibrato. Franciacorta Extra brut Boschedor 2007 Bosio Chardonnay 50%, pinot nero 50% - Minimo 30 mesi di affinamento sui lieviti Ottenuto da rese molto basse, di circa 45 hl per ettaro, e  una selezione rigorosa, il vino base sosta 6-7 mesi in acciaio a temperatura controllata. Questo Franciacorta trova il giusto equilibrio tra la fresca morbidezza dello chardonnay e la speziata pienezza del pinot nero.
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy