Ristoranti

Pizzerie a Reggio Emilia? La Piccolapiedigrotta!

A Reggio Emilia c’è un luogo di esemplare commistione di prodotti del territorio e prodotti tipici campani: la pizzeria gourmet Piccolapiedigrotta di Giovanni Mandara.
Non mi sarei mai aspettata di scoprire una delle pizzerie migliori del nostro Paese nel cuore dell’Emilia, eppure è quel che è successo in una serata di fine vacanze (natalizie). A conclusione di una serie di abbuffate tipiche del periodo, perché non andare nella terra dei salumi, del parmigiano e della pasta fresca per coronare la corsa alla lievitazione fisica? Così dopo aver approcciato con vampiresca brama alla succulenta carne di pizàn all’Osteria Bottega di Bologna, la sera successiva ho appagato il mio palato con una degustazione strabiliante di pizze. Nella città degli Altri libertini, la trasgressione culinaria è rappresentata da un locale lanterna (così appare la veranda esterna) in cui Giovanni Mandara e il suo team propongono ininterrottamente, con uno sbalorditivo ricambio continuo di clienti, pizze farcite di sapori italiani: una commistione ben riuscita di prodotti tipici emiliani e prodotti tipici campani. Già, perché alla pizzeria Piccolapiedigrotta di Reggio Emilia la fusione tra le due terre è evidente e impersonata dal proprietario che alterna i due accenti rendendo ancora più gradevole l’immersione in questa isola di armonia tutta italiana.  

Arriviamo al dunque: l’impasto, soffice e digeribile, la materia prima di qualità eccellente e con una palese ricerca alle spalle e accostamenti studiati e ben riusciti che riescono a convincere anche i più scettici... e una dinamica selezione di birre artigianali (che non guasta mai). Così è d’obbligo farsi sedurre dagli abbinamenti delle “classiche”: gorgonzola di latte di capra dei Monti Lattari (caseificio Aurora di Sant'Egidio) e bologna o meglio mortadella al naturale; crudo e burrata; bufala e porcini; guanciale (di Paolo Parisi) e patate viola. Oppure abbandonarsi alla provocatoria seduzione di quelle con il caffè - la Moka con mozzarella di bufala, patate lesse, parmigiano reggiano, speck al naturale di Armin, caffè Passalacqua - o con la liquirizia... L’inevitabile coronamento del percorso è rappresentato dalla panna cotta con latte di vacche rosse esaltata da pennellate di melassa di fichi (azienda del Cilento Santomiele). E prima di abbandonare il tavolo: caffè napoletano Passalacqua e un bicchierino di liquore di sfusato!

Bona: mozzarella di bufala, gorgonzola Croce, mortadella al naturale

Moka: mozzarella di bufala, patate lesse, parmigiano reggiano, speck al naturale di Armin, caffè

Passalacqua www.piccolapiedigrotta.com
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy