Chef

Norbert Niederkofler, il poeta dei Quattro Elementi

Nel bel mezzo della Val Badia, a San Cassiano per la precisione, esiste un luogo dove il semplice gesto del nutrirsi diventa un’esperienza sensoriale. È il ristorante St. Hubertus dello chef Norbert Niederkofler
Mangiare o provare sensazioni nuove con i cinque sensi? Dubbio amletico, ma questione quanto mai moderna per quanto riguarda l’estetica del gusto. Nel bel mezzo della Val Badia, a San Cassiano per la precisione, esiste un luogo dove il semplice gesto del nutrirsi diventa un’esperienza sensoriale. È il ristorante St. Hubertus dello chef Norbert Niederkofler. Due stelle Michelin e genio della cucina dei Quattro Elementi, questo chef sfrutta il mondo altoatesino e i suoi unici prodotti per creare pietanze strabilianti. Ecco un possibile menu: Risotto agli aghi di Pino Mugo, Millefoglie di sella di cervo con liquirizia, kumquats e mousse al sedano, Filetto di manzo in crosta di sale e fieno di montagna e Cannolo al cassis con ripieno di crema allo yogurt, lamponi marinati e sorbetto al cassis. Territorio del Sudtirolo e fantasia pregiatissima dunque, al servizio dei palati più raffinati e avventurosi. I tipici ingredienti dell’Alto Adige, come il pino mugo o il fieno, vengono tramutati in ricette eclettiche e assolutamente penetranti: è un itinerario intimo attraverso sentieri inesplorati del gusto. Raggiungere nella terra ladina l’Hotel Rosa Alpina, dove si trova il ristorante di Niederkofler, significa addentrarsi nella quiete più assoluta, ma anche tentare un viaggio all’interno di una cucina legata a filo diretto con i Quattro Elementi: aria, acqua terra e fuoco. Un ritorno primordiale alle origini dell’uomo. Degustare i quattro elementi, viaggiare con i cinque sensi. www.n-n.it

In questa notizia

© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy