Prodotti di qualità

Metodi di cottura: la frittura a 360°

La frittura e gli oli (con punto di fumo alto) più adatti a questo tipo di cottura.
Tra i metodi di cottura più utilizzati e apprezzati nella cucina di tutti i giorni c’è, certamente, la frittura, che rende tutto più appetibile e stuzzicante. Quello che appare il modo più veloce e facile di cucinare pretende, però, nozioni di base da non tralasciare, per ottenere una frittura “corretta” e soprattutto sana. Primo accorgimento: scegliere l’olio per friggere, in base alla concentrazione di grassi polinsaturi e soprattutto al “punto di fumo” dell’olio stesso. È, infatti, molto importante che l’olio non raggiunga mai il “punto di fumo” fenomeno chiamato “pirolisi” che è un processo di decomposizione termochimica di materiali organici, con conseguente formazione di sostanze volatili di odore e sapore acri, dannose per il nostro fegato; insomma, il punto di fumo corrisponde alla temperatura massima raggiungibile da un olio prima che questo inizi a bruciare e a secernere sostanze tossiche. Punto di fumo:
  • Olio di oliva 200°C
  • Olio monoseme 200°C
  • Olio di semi vari 170°C
Altri accorgimenti da rispettare e consigli utili per la frittura:
  • Utilizzare solo oli o grassi alimentari più resistenti al calore
  • Ridurre gli alimenti da friggere in piccole porzioni e immergerne pochi alla volta
  • Immergere i cibi sempre in abbondante olio caldo
  • La temperature dell’olio non deve assolutamente superare i 180°C
  • Mantenere il più possibile costante la temperatura dell’olio e alzare la fiamma solo al momento di immersione del cibo
  • Non aggiungere mai il sale all'impanatura, perché concentra l'umidità, impedendo la formazione di una crosta croccante (salare e aggiungere le spezie solo a cottura terminata)
  • Dopo la frittura è meglio eliminare l’eccesso di olio, asciugando l’alimento con la carta assorbente (evitando di sovrapporre)
  • Evitare la pratica della ricolmatura (aggiunta di olio fresco all'olio usato), perché l'olio fresco a contatto con l'olio usato inizia alterarsi molto più rapidamente
"Rivestimenti" per frittura:
  • Infarinatura - acqua e latte
  • Doratura - farina e uovo
  • Panatura - farina, uovo e pan grattato
  • Impastellatura (indicata per gli alimenti ricchi d’acqua, come frutta e verdura) - farina e liquido che a contatto con l’olio bollente solidifichi in fretta
© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - N.ro Iscrizione ROC 20653 - Privacy policy