Manicardi, fedeli all’antica tradizione emiliana

Nel cuore dell’Emilia Romagna, a sud di Modena, si trova un antico borgo medievale percorso da strette e ripide vie: è Castelvetro di Modena, noto per le sue torri e per la produzione di Lambrusco Grasparossa, vino simbolo della regione.

Il panorama che si gode dalle colline è un capolavoro: una campagna ordinata, dalle mille sfumature, in cui convivono l’antico sapere contadino e le intuizioni contemporanee di chi la ama e desidera mantenere la tradizione al passo con l’innovazione.

Questa terra generosa e schietta, quasi sospesa nel tempo, affascinò Enzo Manicardi che nel 1980 creò la propria Azienda Agricola, rimanendo fedele, con rispetto e dedizione, alla cultura enogastronomica locale: l’azienda, infatti, ancora oggi coltiva i due vitigni storici di quella zona, il Lambrusco Grasparossa e il Pignoletto, e produce Aceto Balsamico Tradizionale, cuore dell’autentica tradizione emiliana.

Oggi l’azienda Manicardi è guidata da Maria Livia che, seguendo le orme di suo padre Enzo, porta avanti un messaggio di continuità e di amore per le origini, facendo della tecnologia lo strumento per esaltare al massimo i frutti di questo importante territorio. Enzo Manicardi, infatti, sin dagli inizi ha dato un’impronta moderna alla produzione con l’obiettivo di migliorare la lunga tradizione che da secoli ha contraddistinto questa regione.

La produzione totale è di 80.000 bottiglie di vino e di 500.000 bottiglie di aceto.


Territorio e vitigni

Enzo Manicardi scelse un terreno di medio impasto, argilloso e con scarsa componente azotata: caratteristiche che donano al vino maggiore eleganza, corpo e complessità, ed esprimono al meglio la sua personalità. Circondata da boschi, la tenuta si estende per 35 ettari, di cui 20 a vigneto, e gode di un’esposizione particolarmente favorevole e di un microclima straordinario: i filari, infatti, si estendono sulle prime colline dell’Appennino modenese, a circa 300 metri sul livello del mare e beneficiano di una buona escursione termica e di una ventilazione costante. Condizioni ideali che hanno sempre garantito ottime vendemmie senza costringere la famiglia Manicardi a intervenire in maniera correttiva, ma semmai a preservare con attenzione la qualità delle uve.

Da sempre l’azienda coltiva Lambrusco Grasparossa, Pignoletto e Trebbiano (utilizzato per la produzione dell’aceto), vitigni autoctoni dell’antica tradizione enologica emiliana, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo.
L’intera filiera produttiva è seguita dall’azienda Manicardi e dall’enologo Valerio Macchioni con grande attenzione: ogni passaggio è fondamentale per riuscire a produrre vini che esprimano appieno il territorio di origine.

Il Lambrusco, icona dell’enologia emiliana e italiana, ha una personalità frizzante, allegra e sincera, come gli abitanti della terra in cui nasce…
“L’umile Champagne dell’Emilia Romagna”, come amava definirlo Mario Soldati, o “uno spumante selvaggio e ineducato”, secondo il grande Luciano Pavarotti, o ancora “il Whisky povero dei cowboy impigliati tra la via Emilia e il West” per usare un’espressione coniata in tempi recenti da Andrea Scanzi. In un bicchiere di Lambrusco Manicardi si ritrova un vino autentico, diretto e verace, fedele interprete di una tradizione millenaria, rispettoso dell’antico sapere contadino, ma al tempo stesso contemporaneo nel gusto.


I Vini

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC “Vigna Cà del Fiore”

Ottenuto da uve 100% Lambrusco Grasparossa di Castelvetro di Modena con coltivazione a cordone speronato e provenienti da un unico vigneto.
Vinificato in rosso con macerazione e fermentazione a temperatura controllata. La rifermentazione naturale avviene in autoclave con metodo Charmat per ottenere un vino frizzante secco dal colore rosso rubino con riflessi violacei.
Al naso intenso e con caratteristici sentori di frutti rossi, prugna, ciliegia, amarena e mora; al palato, invece, si presenta corposo e sapido, con una piacevole nota fruttata.
Servito a una temperatura di 8 °C è l’abbinamento ideale per carni bollite, arrostite o alla griglia e per accompagnare piatti robusti come i classici zampone e cotechino o formaggi stagionati.

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Secco

Ottenuto da uve 100% Lambrusco Grasparossa di Castelvetro di Modena D.O.C. con coltivazione a cordone speronato.
Vinificato in rosso con macerazione e fermentazione a temperatura controllata. La rifermentazione naturale avviene in autoclave con metodo Charmat per ottenere un vino frizzante secco dal colore rosso rubino con riflessi violacei.
All’olfatto si presenta vinoso e con sentori di amarena e prugna; al palato, invece, ha persistenti note fruttate.
Servito a una temperatura di 8°C è consiglia in abbinamento a carni arrosto e alla griglia e piatti tipici della tradizione gastronomica modenese, ideale con i tortellini.

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Amabile

Ottenuto da uve 100% Lambrusco Grasparossa di Castelvetro di Modena D.O.C. con coltivazione a cordone speronato.
Vinificato in rosso con macerazione e fermentazione a temperatura controllata. La rifermentazione naturale avviene in autoclave con metodo Charmat per ottenere un vino frizzante dolce dal colore rosso rubino con riflessi violacei.
Con la sua leggera dolcezza si presenta sia all’olfatto sia al palato con note di vellutata morbidezza e sentori di prugna e viola.
Servito a una temperatura di 10°C è l’abbinamento perfetto a fine pasto con dolci e pasticceria secca.


Manicardi Brut (Vino Spumante Brut)

Prodotto con uve Pignoletto coltivate in vigneti di proprietà ben esposti nella zona collinare del podere “Casa Fiore”. Le uve migliori vengono raccolte anticipatamente, vinificate e lasciate fermentare a lungo un modo naturale per preservare la caratteristiche organolettiche del vitigno.
Vinificato in bianco con fermentazione a temperatura controllata. La spumantizzazione avviene in autoclave con metodo Charmat.
All’olfatto si presenta con note floreali e sentori di fiori bianchi e biancospino; al palato, invece, presenta un gusto fresco e sapido.
Servito a una temperatura di 8°C è adatto come aperitivo ma anche a tutto pasto, con piatti leggeri e a base di pesce oppure carni bianche.

Spumante Brut Rosè “Fabula”

Ottenuto da uve Lambrusco Grasparossa di Castelvetro di Modena e Grechetto gentile raccolte a mano nei vigneti collinari.
Vinificato in bianco con fermentazione a temperatura controllata. La spumantizzazione avviene in autoclave con metodo Charmat per ottenere uno spumante brut caratterizzato da un colore rosato e da un sapore fresco.
All’olfatto presenta note leggermente fruttate e floreali con sentori di biancospino e viola. Al palato, invece, sorprende per la sua freschezza, sapidità e piacevolezza.
Servito a una temperatura di 8 °C è l’ideale per un aperitivo o a tutto pasto, in abbinamento a pesce o salumi.

Pignoletto DOC

Ottenuto da uve 100% Pignoletto.
Vinificazione in bianco con fermentazione a temperatura controllata. La rifermentazione avviene in autoclave con metodo Charmat.
Il gusto è fresco e sapido al palato, con note floreali e sentori di biancospino.
Servito a una temperatura di 10 °C è l’ideale a tutto pasto con antipasti, piatti a base di pesce e primi piatti leggeri.

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Biologico “Enzo”

Quasi quarant’anni fa Enzo Manicardi si innamorò delle colline di Castelvetro: una terra ricca di biodiversità dove l’uomo, con il suo lavoro capace e paziente, ha saputo plasmare un paesaggio magico in armonia con la natura.
Il connubio tra antico sapere contadino e moderne intuizioni ha dato vita a un progetto ambizioso: quello di produrre vini che fossero espressione del territorio, nella convinzione che solo così un vino può trovare la sua più compiuta realizzazione in termini di tipicità.
Un atto d’amore verso una terra che, di anno in anno, sorprende e ricompensa chi la sa rispettare.
Enzo Manicardi voleva racchiudere nei suoi prodotti l’essenza di quel terroir e per farlo, sin dall’inizio, ha orientato la propria filosofia produttiva al rispetto per l’ambiente affiancando alla tradizione agricola millenaria moderne tecnologie che potessero valorizzare i frutti di quella campagna generosa.
Ecco perché la figlia Livia, oggi alla guida dell’azienda, gli dedica il primo Lambrusco biologico certificato prodotto con metodi naturali per mantenere intatte le caratteristiche organolettiche delle uve coltivate e raccolte.
Ottenuto da uve Lambrusco Grasparossa di Castelvetro in purezza, vinificato in rosso con macerazione e fermentazione a temperatura controllata, e successiva rifermentazione in autoclave con metodo Charmat, questo vino presenta al naso aromi evidenti di frutti rossi, prugna, ciliegia, amarena e mora. In bocca risulta corposo, sapido e leggermente fruttato. È l’ideale per accompagnare carni bollite, arrostite e alla griglia, piatti robusti (come zampone e cotechino) e formaggi stagionati.
L’etichetta è un inno alla natura e ai suoi piccoli abitanti. 

Albus Albi (vino da tavola bianco)

Blend di uve Pignoletto (60%) e Trebbiano (40%), Albus Albi si ottiene attraverso una fermentazione a bassa temperatura controllata. All’olfatto sprigiona aromi floreali con note di fiori bianchi e biancospino, mentre al palato lascia una sensazione di freschezza e sapidità.
Piacevole come aperitivo, accompagna anche piatti leggeri a base di pesce e carni bianche. 

Ruby Laury (vino da tavola rosso)

Ottenuto da uve Malbo Gentile in purezza (antico e nobile vitigno di origini liguri – detto anche “Amabile di Genova” – la cui diffusione in Emilia pare risalga al XV secolo per volontà di Gigliola da Carrara, consorte di Niccolò III d’Este, Duca di Ferrara) Ruby Laury ha un bel colore rosso rubino intenso, netti profumi fruttati e piacevole sapidità al palato con tannino maturo e finale speziato.
Compagno ideale per carni rosse arrostite.



© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy