Lombardia: tradizioni nel bicchiere

Percorsi tra gusto e natura lungo i sentieri delle colline vinicole lombarde.
Alla fine dell’estate,la vendemmia cambia il volto delle terre di collina e la Lombardia si abbandona a un’esplosione di colori caldi. I riflessi violacei, dorati e color rubino accendono il verde delle foglie nei vitigni che corrono lungo le colline dell’Oltrepo’ pavese, della Franciacorta, delle alture della Valtellina. Una bellezza di cui riempirsi voracemente gli occhi, mentre nel calice iniziamo a versare il vino.

Il colore della passione accende l’Oltrepo’ pavese
Dolci colline si distendono morbidamente sotto lo sguardo: l’Oltrepo’ pavese è una terra fertile e argillosa, perfetta custode di vini rossi, corposi, dal ricco spettro aromatico. È la terra del Gutturnio, della Barbera, del Pinot Nero e del Moscato, ma anche di bontà meno note, come il Bonarda, il Buttafuoco, il Sangue di Giuda. Il calice si affianca ai tradizionali piatti d’oca della Lomellina, mentre il percorso turistico si snoda tra antichi borghi, come il suggestivo Varzi e il suo imponente castello, che domina sulle colline invitando l’occhio a perdersi lungo le valli.

Un brindisi sulle vette della Lombardia
Le comunità di montagna sono le migliori custodi delle tradizioni e degli stili di vita antichi: tra le alture della Valtellina possiamo abbandonarci all’esplorazione della natura, della cultura e delle bontà nate dal loro incontro. La Valtellina arricchisce il calice con tutto il carattere deciso dello Sforzato di Valtellina, il Valtellina Superiore, il Rosso di Valtellina. I loro sapori si svelano accanto a quelli della gastronomia tradizionale, da gustare nei suggestivi crotti - antiche cantine nella roccia - della zona di Chiavenna o Morbegno.

La frizzantezza dell’autunno nei calici della Franciacorta
I territori intorno al Lago d’Iseo offrono aree verdi ricchissime di biodiversità; a pochi passi, le colline della Franciacorta preparano il terreno a uno degli spumanti più noti, amati e celebrati al mondo. Qui il carattere del vino si fa più delicato, le bollicine accarezzano il palato e le sfumature aromatiche esaltano il pesce di lago. La terra dell’elegante satèn si presta a tour enogastronomici da condurre lungo le ciclabili tra le splendide colline, attraverso la riserva naturale del Sebino, lungo le sponde del Lago d’Iseo o fino a Capriolo per una visita al museo agricolo e del vino.

Vini di Lombardia: gli eventi da non perdere

L’anno è cadenzato da molte occasioni per esplorare le terre del vino e i loro sapori. Ecco i principali eventi:

Cantine Aperte in Vendemmia le domeniche di settembre e ottobre.
Evento diffuso organizzato dal Movimento Turismo del Vino Lombardo per vivere il momento della vendemmia e assaporare i vini della zona.

Morbegno in cantina, Morbegno. 24, 25 settembre e 1, 2, 7, 8, 9, 15, 16 ottobre 2017

Itinerari che si snodano tra cantine, ville nobiliari, antiche chiese, centri storici pluricentenari e paesaggi mozzafiato, ancor più belli se assaporati con un buon bicchiere di vino in mano.

Per conoscere tutti gli eventi:sapore.in-lombardia.it/eventi

Gallery