Appuntamenti

Le cene clandestine: grandi chef e beneficenza

Uno chef, una cena di beneficenza, 40 ospiti e un tavolo lungo lungo: questi gli ingredienti delle cene clandestine ideate da Pippo Onorati e il team di Mammanannapappacacca.

Un tavolo lungo 20 metri, in un open space enorme, tutto bianco. Una volta al mese, potendo prenotare solo su internet, per 2 persone, non di meno, non di più, per un totale di massimo 40 ospiti. Un grande chef per ogni cena, dei grandi vini, sempre diversi, da bere in abbinamento a dei grandi piatti. Un tovaglia lunghissima composta dalla sequenza di quelle che gli ospiti dovranno portarsi da casa. Un costo a persona di 60 euro, con il ricavato totale che andrà in beneficenza (escluso le spese vive: materie prime, pulizia, trasferta treno/auto chef), ogni volta ad una Onlus diversa. Un cortometraggio per ogni serata, che racconterà la giornata dello chef e dei suoi collaboratori durante la preparazione della cena, ma anche gli ospiti, i loro commenti, le loro passioni.

Il progetto

Il nuovo super studio di Pippo Onorati e Mammanannapappacacca a Roma - Via del Mandrione, 105 - è un luogo molto particolare, che si presta a organizzare anche eventi decisamente speciali: è la location ideale per le cene clandestine.

Una al mese, con un tavolo unico lunghissimo, a garantire convivialità e nuove amicizie, ogni cena un super chef diverso. Tutto il ricavato di ogni cena, escluso le spese vive (materie prime, pulizia, trasferta treno/auto chef) verrà dato in beneficenza, ogni volta a una onlus diversa, scelta su suggerimento dello chef della serata.

Gli ospiti dovranno portarsi da casa la tovaglia, così da rendere l’ambientazione ogni volta esteticamente diversa e simpatica da realizzare insieme quando si arriva alla cena.

Troveranno ad accoglierli come aperitivo ogni volta birra alla spina e salumi e formaggi di grande qualità. E anche un set fotografico dove farsi fare il ritratto della serie “Io c’ero!”.

Chi vorrà potrà partecipare già dal primo pomeriggio, ad aiutare lo chef e i suoi collaboratori nella preparazione dei piatti e nella scoperta di segreti e tecniche. E se lo chef ci sarà dal mattino, lo accompagnerà al mercato a fare la spesa.

Tutta la giornata/serata sarà filmata dalla troupe di Mammanannapappacacca, che per ogni cena clandestina realizzerà un cortometraggio, che formerà una vera e propria serie di video, messa poi sul web sul sito dedicato o su quello di un ipotetico sponsor.

Il programma, la prima cena e gli chef:

Ogni mese circa, a partire dal 28 febbraio 2014, nel nuovo super studio di Mammanannapappacacca in Via del Mandrione 105, a Roma, a partire dalle ore 20.

La prima cena vedrà come protagonisti Franco Aliberti e Andrea Muccioli, che sono in procinto di aprire ai primi di marzo un super ristorante (e non solo) a Riccione, che si chiamerà Evviva, e seguirà la filosofia dello scarto zero.


Il menu della serata consisterà in:

Aperitivo con coppa e pecorino delle crete senesi, dell’azienda Falorni, in collaborazione con Il Buongusto, e una Buskers Beer alla spina di Mirko Caretta.

  • La conserva di pomodoro
  • Pasta e fagioli
  • Il pollo
  • Un dolce a sorpresa

Ad accompagnare il pasto una super bollicina e un grande vino rosso, forniti da Les Caves de Pyrene.

Il ricavato della serata andrà alla Onlus OPEN centro giovani di Rimini.


Alla fine della prima serata verranno comunicati il nome dello chef della seconda cena clandestina e la data della stessa, che si terranno sempre nello stesso posto.

Per maggiori informazioni: prenota@ceneclandestine.it


© Copyright 2018. ItaliaSquisita.net - Privacy policy