Appuntamenti

La storia della pizza napoletana in un film

Enzo Coccia, titolare della pizzeria La Notizia a Napoli, vola in Nevada per presentare un film sulla storia della pizza napoletana diretto da Alfonso Postiglione.
Dal 3 al 5 giugno il “maestro pizzaiuolo” Enzo Coccia, proprietario di una delle migliori pizzerie di Napoli, La Notizia, vola in Nevada per presentare il film “Il sole nel piatto” e deliziare il pubblico statunitense con diversi momenti di assaggio delle sue straordinarie pizze. In questa occasione il film interamente dedicato alla storia della pizza napoletana e sottotitolato in inglese verrà proiettato al Museo Arteitalia di Reno. “Il Sole nel Piatto”, diretto da Alfonso Postiglione e prodotto da Roberto Gambacorta (vincitore quest’anno del David di Donatello con il corto “Jody delle giostre”), è un affascinante viaggio nel mondo della pizza napoletana di qualità e delle eccellenze agroalimentari della Campania che vede protagonisti alcuni dei migliori pizzaioli napoletani. In compagnia di Enzo Coccia, Gino Sorbillo, Alfonso Mattozzi, Attilio Bachetti e dei fratelli Pepe il regista porta il pubblico alla scoperta della tradizione campana e degli ingredienti in grado di renderla così speciale: farina, pomodoro, mozzarella e olio extravergine di oliva. Per ogni prodotto sono state effettuate delle riprese presso aziende, sinonimo di eccellenza nel proprio settore. Viene messo portato in rilievo anche il legame tra pizza napoletana e vino campano, attraverso il racconto dell’enologo di un’azienda del territorio. Per completare l’omaggio alla pizza e a tutti “gli attori” che concorrono a rendere ottimo questo lievitato tutto italiano, il film viene arricchito con interviste a uno dei più famosi produttori di forni artigianali e agli unici produttori di impastatrici realizzate a mano. Infine, interviene il professore Antonio Mattozzi, autore di un saggio sulla storia della pizza napoletana intitolato “Una storia napoletana. Pizzerie e pizzaiuoli tra Sette e Ottocento”. E allora: che la pizza napoletana sia esportata nel mondo, con cultura e intelligenza, evitando la proliferazione di contraffazioni o immeritevoli imitazioni!

In questa notizia